I nuovi astronauti ESA iniziano l’addestramento a Colonia

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

I sei nuovi astronauti selezionati nel maggio scorso dall'Agenzia Spaziale Europea hanno iniziato in questi giorni il periodo di addestramento presso l'European Astronaut Centre a Colonia, in Germania. E' quindi cominciato il periodo di 18 mesi durante i quali saranno fornite le basi preparatorie per il loro lavoro nel contesto delle missioni cui saranno successivamente assegnati, sulla ISS ed oltre.

Tra i nuovi astronauti ricordiamo i due italiani, Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano, il danese Andreas Mogensen, il francese Thomas Pesquet, il britannico Timothy Peake ed il tedesco Alexander Gerst. Essi sono quindi parte integrante del Corpo Astronauti Europeo, sotto la supervisione del direttore dei Programmi di volo spaziale umano, Simonetta Di Pippo, che ha recentemente ricordato le prossime opportunità di volo degli astronauti europei: nel 2010 l'astronauta ESA Roberto Vittori volerà sulla ISS attraverso lo Space Shuttle (STS-134 NET 29 luglio 2010) e contribuirà alla missione di AMS, mentre a novembre 2010 Paolo Nespoli inizierà una missione di lunga durata sulla ISS, per sei mesi (Expedition 26b/27a). E' stato inoltre già pianificato il volo di André Kuipers nelle expeditions 30b/31a.

Intorno al 2013 potranno essere assegnate delle missioni ai componenti del nuovo team, in particolar modo delle missioni sulla ISS, la cui vita verrà estesa oltre il 2016 e probabilmente fino al 2020. Ulteriori missioni oltre la LEO prenderanno forma nel contesto dell'estensione del programma di volo umano di ESA e con ogni possibilità in collaborazione con altre agenzie spaziali: gli scenari sono tuttavia in costante mutamento.

La parte preponderante del periodo di addestramento del team dei 6 nuovi astronauti si terrà presso l'EAC e comprenderà un periodo iniziale di lezioni sull'introduzione di ESA, i suoi partner industriali ed il funzionamento dell'agenzia, seguiti da fondamenti di ingegneria, prima di trattare nel dettaglio i sistemi spaziali e le operations legate primariamente alla ISS ed alla partecipazione europea nel programma (Laboratorio Columbus, ATV, etc.) ed ai veicoli di Lancio (Soyuz). Alle lezioni si alterneranno attività fisiche e sportive, di sopravvivenza e lezioni linguistiche, come il russo.

Una volta assegnati ad una missione dopo aver completato questi 18 mesi di addestramento, inizieranno i periodi di training per la missione specifica, incluse simulazioni di EVA, pianificazione della missione, test, simulazioni di lancio. Dalla Italian Space and Astronautics Association e da ForumAstronautico.it i migliori auguri per l'addestramento appena iniziato!