Annunciato per Settembre il lancio di OCEANSAT-2 con lo strumento italiano ROSA

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La Indian Space Research Organisation (ISRO) ha annunciato che il lancio del satellite OCEANSAT-2, avverrà nel prossimo mese di Settembre dalla base indiana di Sriharikota, nell’Andra Pradesh per mezzo del vettore Polar Satellite Launch Vehicle (PSLV).

Tutti i test pre-lancio, in merito agli aspetti funzionali del satellite, sono stati completati con successo. OCEANSAT-2 va a sostituire OCEANSAT-1, in orbita dal Maggio 1999.

OCEANSAT-2 è progettato per monitorare la vita marina e per identificare potenziali zone di pesca. Inoltre studierà il comportamento e la variazione dell’ambiente marino con l’osservazione della superficie, l’analisi della concentrazione di clorofilla, la variazione del fitoplancton, lo studio dell’aereosol atmosferico ed in ultimo la presenza di sedimenti nell’acqua marina.

Su Oceansat-2 lavoreranno gli strumenti Scat e Ocm-2.
Scat è uno scatterometro in banda Ku che serve a misurare i campi vettoriali di vento sulla superficie del mare; Ocm-2 è una camera nel visibile e nel vicino infrarosso che analizza la colorazione delle acque.

In ultimo, OCEANSAT-2 porterà un’esperimento italiano ROSA: uno strumento per lo studio dei profili delle grandezze fisiche dell’atmosfera quali pressione, temperatura e umidità, che sfrutta la tecnica della radio-occultazione dei satelliti di navigazione quali i satellite della costellazione GPS, GLONASS e GALILEO. In aggiunta, Rosa può studiare la superficie terrestre utilizzando lo scattering dei segnali dei satelliti di navigazione.
[url=http://www.asi.it/Rosa/RosaIT/ROSA_content.htm]Qui[/url] tutte le informazini sulla missione ROSA.

Nel disegno (Credit ASI) il satellite OCEANSAT-2