ISS Daily Report – Sabato 25 Luglio 2009

ISS Daily Report  Sabato 25 Luglio 2009

Flight Day 11 per l’equipaggio di Endeavour.

Subito dopo la sveglia Mike Barratt, Tim Kopra, Bob Thirsk e Frank DeWinne hanno continuato con la loro nuova sessione dell’esperimento SLEEP.

Frank DeWinne ha poi terminato la sessione dell’esperimento NUTRITION con  prelievo di campioni sanguigni e di urina (dopo aver effettuato il prelievo in vena, i campioni vengono inseriti in un coagulatore per 20-30 min, passano poi nel HRF RC (Human Research Facility/Refrigerated Centrifuge) e alla fine inseriti nel freezer MELFI (-80°C). L’esperimento NUTRITION è il progetto più completo messo in atto dalla NASA per la ricerca sui cambiamenti fisiologici umani nel corso dei voli spaziali di lunga durata.

Padalka e Romanenko si sono occupati del TVIS per il periodico check russo PZE di valutazione fisica. In questo caso TVIS viene usato senza la motorizzazione del nastro e indossando una speciale cintura toracica biomedica.

Koichi Wakata si è assicurato della chiusura delle protezioni degli oblò in previsione del test motori di Zvezda (SM), previsto per le 5:26 am EDT. In seguito ha rinconfigurato l’equipaggiamento e ha iniziato il trasferimento di Ossigeno dall’Orbiter ai serbatoi di Ossigeno presenti all’esterno del US Airlock. Koichi ha impegnato successivamente molto tempo nella attività di passaggio di consegne con Tim Kopra.

Romanenko all’interno della Soyuz 18S ha disattivato l’analizzatore di gas, mentre la stessa operazione veniva eseguita da Padalka all’interno della 19S attraccata alla porta nadir di Zarya (FGB). Gennady si è poi occupato della manutenzione del sistema di purificazione aria POTOK, pulendo filtri e sottosistemi con un comune aspirapolvere.

Da parte sua DeWinne ha condotto il regolare servizio al WPA (Water Processor Assembly).

Dispositivo CDRA (Carbon Dioxide Removal Assembly):
Questo dispositivo che ha sempre sofferto sul fronte affidabilità, è stato spento a seguito di un aumento della temperatura. Resta attivo il sistema Vozdukh, che anche lui però non gode di buona salute. Il team di specialisti hanno subito iniziato le valutazioni del caso.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.