Atlantis sotto esame nell’OPF dopo STS-125

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dopo il trasferimento tramite l'aereo SCA dalla California, lo space shuttle Atlantis si trova ora da ieri mattino nell'OPF-1 del KSC, dove verrà esaminato, per poi procedere alla manutenzione ed alla preparazione alle missioni successive a cui è stato assegnato.
Si tratta della STS-129 in Novembre, della STS-132 nel 2010 e in seguito della eventuale STS-135 LON, salvo improbabili prolungamenti della vita operativa del programma shuttle.
I primi esami in corso, riguardano i circuiti elettrici e l'avionica del sistema ASA (Aerosurface ServoAmplifer),che durante la missione ha sofferto un guasto, senza comprometterne l'esito.
Un altro esame riguarda un danneggiamento di una parte di un ugello dell'OMS, da parte di un MMOD (Micro-Meteoroid Orbital Debris), che costringerà i tecnici alla sua sostituzione durante la fase di manutenzione.
Per ripristinare l'Atlantis alle missioni verso la ISS, sarà necessario procedere alla reinstallazione del sistema di aggancio ODS, che era stato smontato per la missione all HST.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.