STS-125 Atlantis – Flight Day 5

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'equipaggio dello Space Shuttle Atlantis ha iniziato la giornata di lavoro svegliandosi, alle 10:31 CEST, con le note di “God of Wonders” dedicate allo specialista di missione Michael Good.

In questa quinta giornata di volo si è portata a termine con successo la seconda delle cinque attività extraveicolari previste nella missione di servizio al telescopio spaziale Hubble. Questa EVA mirava a sostituire tre Rate Sensor Units (RSUs) e a ricambiare alcune batterie di Hubble (nella Battery Bay 2).
La EVA è durata circa otto ore (7h e 56m), è l’ottava per durata nella storia del volo spaziale.

Prima di iniziare la passeggiata spaziale Megan McArthur ha impiegato circa un'ora per ispezionare una parte del TPS di Atlantis, che era stata lasciata da parte durante FD-2, grazie al SRMS e all'OBSS; le sedici piastrelle ispezionate non sono risultate danneggiate.

Successivamente è iniziata l’EVA2; Massimino (EV3) e Good (EV4) hanno provveduto a sostituire le tre RSU, che erano già state cambiate durante la Servicing Mission 1 (SM1) nel 1993 e durante la SMA nel 1999.
Ci sono stati alcuni problemi durante l’installazione della seconda unità di giroscopi, dopo numerosi tentativi di scambio e di riposizionamento, sono state installate due nuove unità ed una vecchio modello, che si preferiva non dover utilizzare, nello slot dove le nuove avevano fallito. Durante questa parte dell’EVA si è accumulato un ritardo di circa 90 minuti, che ha inciso sulla durata complessiva dell’attività e ha dovuto far slittare di circa un’ora il periodo di sonno dell’equipaggio.
Successivamente sono state sostituite e ricaricate parzialmente alcune batterie di Hubble, infatti, quelle nel vano n°3 verrano sostituite durante la quinta EVA.

Mike Massimino ha valutato le prestazioni di un paio di guanti modificati, necessari per la futura installazione di STIS.

  Questo articolo è © 2006-2019 dell'Associazione ISAA - Alcuni diritti riservati.

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.