ISS Daily Report – Lunedì 18 Maggio 2009

ISS Daily Report  Lunedì 18 Maggio 2009

Dopo avere studiato ben 18 pagine di documentazione, Koichi Wakata (assistito da Barratt) ha dato inizio alla operazione IFM (Inflight Maintenance) per la rimozione della valvola di controllo dal sistema UPA. Sono state impiegate diverse ore per rimuoverla dal UPA FCPA (Urine Processor Assembly/Fluids Control & Pump Assembly) inserito nel Rack2.
Dopo aver terminato l’operazione e ricollegato le connessioni, Wakata ha configurato la pompa e il dispositivo di trasferimento. Poi ha trasferito le urine dal contenitore EDV-U al serbatoio WSTA (Waste Storage Tank Assembly) per circa un 35% delle capacità, per processare il tutto. In seguito, il sistema è stato scollegato per verificare eventuali anomalie.

Un collaudo più esteso, senza la valvola, verrà eseguito domani.

Koichi ha eseguito anche una analisi di campioni d’acqua del WPA (Water Processor Assembly) utilizzando lo strumento TOCA.

Nel frattempo PADALKA all’interno del modulo SM, ha continuato nel suo esteso lavoro che riguarda l’installazione e il collegamento della nuova unità di controllo  e navigazione del Mini Moduilo di Ricerca-2, MRM-2.

Koichi ha avuto anche il tempo di settare l’attrezzatura SLAMMD (Space Linear Acceleration Mass Measurement Device) e di usarla per il suo BMM (Body Mass Measurement = misurazione della massa corporea). In seguito la stessa procedura è stata ripetuta da Mike Barratt. Al termine hanno richiuso e riposizionato SLAMMD.

Barratt all’interno del US AirLock, ha iniziato un troubleshooting su una delle batterie EMU, che era stata danneggiata in Marzo per un eccesso di “scarica”. L’idea è di eseguire un nuovo test di carica/scarica, nell’apposito caricabatteria, per vedere se la batteria si stabilizza.

A Gennady sono rimasti due compiti dalla lista “tempo permettendo”:
* la ricerca della ventola a ricambio.
* condurre un inventario e controllo dello status, dei circa 35 piccoli Kits medici all’interno del segmento Russo.

Progress M-01M/32P – RIENTRO:
Il rientro in atmosfera del cargo Progress 32P è programmato per oggi attorno alle 3:00 pm EDT e la distruzione dovrebbe avvenire in un’area al di sopra dell’Oceano Pacifico.
Fin dal suo un-docking avvenuto in data 6 Maggio, la Progress è stata usata per “una serie di indagini geofisiche, esperimenti che ricadono sotto il programma Plasma-Progress”.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.