ISS Daily Report – Giovedì 21 Maggio 2009

ISS Daily Report  Giovedì 21 Maggio 2009

Koichi Wakata,
a ulteriore sostegno dei controlli e verifiche del JEMRMS, Koichi ha lavorato sul controller di backup (BUC) provando diversi collegamenti tra le varie unità. In seguito, dopo una decina di ore dalla trasmisisone del nuovo software da Terra, Koichi ha spento di nuovo il BUC. Il controllo finale del nuovo software e il backup dei computers di RMS verrà eseguito domani 22 Maggio.
Ha svolto in seguito la settimanale T+2 analisi microbiologica di campioni di acqua potabile. Le analisi comprendono anche un trattamento dei campioni con MDCs (dispositivo per la “cattura” di microbi) e il controllo attraverso un Kit di analisi microbiologiche per la ricerca di batteri coliformi. I risultati saranno pronti dopo circa 2-4 giorni di incubazione.

Padalka & Barratt,
In preparazione di EVA-22 che userà le tute Orlan (programmata per il 5 Giugno) hanno impegnato un paio d’ore per studiare la timeline trasmessa da Terra e configurare parte del materiale che verrà utilizzato dagli spacewalker. L’inizio di EVA-22 è previsto per le 2:54 am EDT per una durata approssimativa di 5 ore e 32 min. I tre obiettivi principali sono:
1) Installare e collegare l’antenna del sistema KURS-P all’esterno del modulo SM
2) Eseguire una dettagliata documentazione fotografica di tutta l’installazione.
3) Rimuovere il contenitore III dell’esperimento Biorisk-MSN dall’esterno di DC-1

Gennady & Mike hanno in seguito lavorato all’interno di DC-1, per ripulire parte delle attrezzature riposte e per spostarne parte nel modulo di traferimento per fare un po’ di spazio nell’Airlock. Non si tratta di pochi dettagli visto che la lista arrivata agli astronauti prevede la sistemazione di circa 234 articoli.

Mike Barrat,
ha ritagliato un’altra mezz’oretta all’ìnterno del US Airlock per recuperare ulteriore attrezzatura (utensili) per EVA-22.

Gennady Padalka,
si è dedicato al controllo dei vari sensori che leggono i flussi d’aria all’interno del segmento Russo. Sensori che sono posizionati nei pressi dei vari portelloni dei boccaporti.

Gennady ha ancora quattro compiti all’interno della lista dei lavori a “discrezione”:
* il controllo delle condizioni dei circa 35 mini kit medici sparsi in vari punti del segmento Russo.
* una ulteriore sessione fotografica del programma Russo GFI-8 “Uragan” il programma di osservazione terrestre che ha come obiettivo svariate aree della Russia.
* trasferimento dei refluo di urine nel serbatoio della Progress.
* Inventario di speciali guarnizioni a conduzione termica utilizzate per diversi scopi.

Avvenimento per ISS e l’esplorazione in generale:
nel tardo pomeriggio di ieri, l’equipaggio a bordo della Stazione ha celebrato il primo giorno in cui è stato possibile bere, acqua purificata partendo dalla raccolta di vari tipi di fluidi, quali: condensa da umidità per traspirazione e urine. Gli astronauti hanno brindato con un sonoro “Cheers” toccando la loro versione di “bicchiere” in contemporanea con gli specialisti a Terra, i quali a loro volta hanno brindato con acqua riciclata dalla copia dell’attrezzatura terrestre.

Avviso detriti:
si prevede una nuova congiunzione con un detrito spaziale (34716, Chinese Fengyun-1C : detriti causati dal test Anti satellite del 2007 che ha prodotto circa 2500 pezzi) che è sotto indagine. La tracciatura prevede un TCA (Times of Closest Approach – Tempo/Distanza di Sfioramento) per il giorno 23 Maggio alle 5:30 pm EDT; con una Radial miss distance: 0.15 km.
La decisione per una manovra DAM (Debris Avoidance Maneuver) verrà presa il giorno 22.

Nota di approfondimento:
il lungo cavo “steso” nel DC-1 il giorno 19 serve, opportunatamente collegato, a monitorare il funzionamento della valvola PEV (Pressure Equalization Valve) che ha dato qualche problema durante le precedenti EVA.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.