Il satellite sperimentale militare tattico americano TacSat3 è pronto al lancio.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il satellite militare TacSat3 che fungerà da dimostratore per delle tecnologie spaziali economiche “user-friendly”è stato preparato al lancio previsto per Martedì notte dalla Wallops Flight Facility, situata sulle coste della Virginia. Il vettore sarà un Minotaur 1, un lanciatore formato dalla combinazione dei due stadi inferiori di un missile Minuteman non più in servizio e dai due stadi superiori dei razzi Pegasus e Taurus, costruiti dalla Orbital Sciences Corp. Il booster, alto poco più di 21 metri decollerà alle 8 p.m. EDT di Martedì, e la finestra di lancio si estenderà per 3 ore, esso trasporterà anche un satellite della NASA per la ricerca biologica e tre piccoli CubeSat.

Benché la carenatura del Minotaur abbia ben poco in comune con quella del Taurus, che mancò di aprirsi correttamente lo scorso Febbraio fallendo un lancio per la NASA, gli ingegneri hanno analizzato i dati del volo fallito ed hanno ispezionato attentamente l'hardware della carenatura che proteggerà il TacSat3 durante il lancio, dando parere positivo al lancio.

Lo strumento principale di TacSat3 è una camera iperspettrale ad alta risoluzione chiamata ARTEMIS, ovvero Advanced Responsive Tactically Effective Military Imaging Spectometer. E sarà operativa nei teatri di guerra e nelle esercitazioni militari.

Il costo complessivo del lancio ammonta ad 88 milioni di Dollari, ed alla fine della fase propulsiva il TacSat3 verrà collocato in un'orbita di circa 400 km. Il satellite, del peso di 400 kg, era stato inizialmente concepito nel 2004, per essere lanciato nel 2007, ma una serie di ritardi con gli equipaggiamenti del veicolo spaziale, inclusi lo star tracker, il software di volo ed i sistemi avionici, ne anno sancito il rinvio della sua messa in orbita.

TacSat3 è gestito dall'Air Force Research Laboratory di Kirtland, nel New Messico ed è parte del Department of Defense Operationally Responsive Space Program, volto allo sviluppo ed al test di tecnologie spaziali integrate low-cost, ad uso tattico militare.

[url=http://www.nasa.gov/centers/wallops/pdf/329093main_TacSat-3_fact%20sheet%20April%202009.pdf]Qui[/url] il pdf di TacSat3.

[url=http://sites.wff.nasa.gov/webcast/]Launch webcast[/url] da WFF

Il countdown su [url=http://twitter.com/NASA_Wallops]Twitter.[/url]

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)