COSMO-SkyMed al lavoro per il sisma abruzzese

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Su richiesta del Dipartimento della Protezione Civile, il sistema satellitare di osservazione della Terra COSMO-SkyMed acquisirà nel tardo pomeriggio di oggi le prime immagini radar della zona de L’Aquila, colpita questa notte da un terremoto di magnitudo 5.8 della scala Richter. Le immagini saranno disponibili entro domani mattina e potranno essere confrontate con quelle della stessa area acquisite prima del sisma, per evidenziare i suoi effetti geologici e aiutare a valutare i danni a edifici e infrastrutture.

“I satelliti di COSMO-SkyMed sono stati rapidamente programmati per andare a riprendere l’area del sisma” spiega Alessandro Coletta, Mission Manager di COSMO-SkyMed per l’ASI, “e nei prossimi giorni continueremo a supportare la Protezione Civile nella valutazione dei danni causati dal sisma”.

In particolare, verrà applicata a dati di COSMO la tecnica interferometrica, che si basa su acquisizioni di una stessa zona geografica ottenute con gli stessi angoli di vista, in tempi diversi, allo scopo di misurare, mediante l'utilizzo di algoritmi specifici, deformazioni della superficie terrestre. Questa tecnica era stata già utilizzata in occasione del terremoto cinese del Sichuan, di cui il sistema italiano aveva fornito il primo interferogramma.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.

Potrebbero interessarti anche...