Testato con successo l’iniettore del primo stadio di Ares I

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La NASA ha completato con successo il test di accensione dell'iniettore che verrà  utilizzato nel motore del primo stadio del vettore Ares I.

Il test del 10 Marzo ha sgombrato il campo per il test del primo stadio, previsto nel corso di quest'anno. Ares I è il primo lanciatore della famiglia del Programma Constellation dell'ente spaziale americano che trasporterà  astronauti e carico sull'International Space Station, sulla Luna ed oltre, nel corso delle prossime decadi.

"Questo ottimo risultato rappresenta una pietra miliare dello sviluppo del primo stadio di Ares I", ha dichiarato Alex Priskos, Firs Stage Manager per l'Ares Project, presso il Marshall Space Flight Center della NASA di Huntsvile, Alabama. "Stiamo continuando a progettare un sistema propulsivo robusto, che rappresenterà  un mezzo sicuro ed affidabile di trasporto  per le future missioni di esplorazione della NASA."

Il test, svolto presso le strutture della ATK Launch Systems situate nei pressi di Promontory, Utah, hanno generato una fiamma di circa 60 metri di lunghezza. I primi dati raccolti hanno evidenziato che l'iniettore si è comportato come previsto. L'ATK Launch Systems, una divisione della Alliant Techsystems di Brigham City, Utah, è il primo contraente per la realizzazione del primo stadio di Ares.

L'iniettore di Ares è un'evoluzione del collaudato iniettore utilizzato per i Solid Rocket Boosters dello Space Shuttle. Questo nuovo iniettore ha i vantaggi portati da un involucro esterno upgradato e dall'utilizzo di materiali isolanti che hanno migliorato le proprietà  termiche del suo alloggiamento proteggendolo dal propellente solido in combstione.

Il nuovo iniettore ha un diametro di circa 45 cm, ed è lungo circa 91 cm. Esso, in sostanza, è un piccolo, motore "high-burn-rate"  a propellente solido fissato nel segmento superiore del booster a cinque segmenti. Una volta che il comando viene inviato all'iniettore, incomincia una sequenza che immette una fiamma verso il basso, nel nocciolo del Solid Rocket Motor lungo 43 metri. In meno di un secondo, il booster incomincia a generare una spinta di 1750 tonnellate, che portano al liftoff del vettore.

Il razzo Ares I è un veicolo a due stadi in linea, sormontato dalla capsula per l'equipaggio Orion, dal suo modulo di servizio e dal Launch Abort System. Il primo test flight di Ares, denominato Ares 1-X, è previsto entro l'anno, mentre il primo volo abitato di Orion, è pianificato per il 2015, con il ritorno sulla luna previsto per il 2010 (edit: 2020).

Il Programma Constellation, che ha come finalità  il ritorno dell'uomo sulla Luna, include il razzo Ares I, il vettore pesante Ares V, la capsula per l'equipaggio Orion ed il lunar lander Altair.
Il Progetto Ares è gestito dal Marshall Space Flight Centre di Hunsville, Alabama.

Nell'immagine di NASA/ATK, ammiriamo il momento del test.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)