Test positivo per paracadute Ares-I

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il 28 Febbraio scorso, in Arizona, presso lo Yuma Proving Ground della U.S. Army, si è concluso positivamente con un completo successo il secondo test della NASA per l'apertura di un prototipo del paracadute guida destinato al sistema di recupero in mare del primo stadio del futuro vettore Ares-I.
Questo paracadute sarà di vitale importanza permettendo la decellerazione dello stadio in caduta libera, prima dell'apertura dei tre giganteschi paracadute pricipali.
Il diametro del paracadute in questione è di circa 20 metri
Durante il test, da un C-17 in volo a circa 7600 metri di altzza, il paracadute, è stato rilasciato con un carico di circa 22500 Kg, per simulare la presenza dello stadio esausto, tutto si è svolto secondo le previsioni e il carico è atterrato senza problemi.
Il sistema di recupero per il primo stadio dell'Ares-I prevede un paracadutre pilota, il paracadute di guida e i tre paracadute princi pali che sono una naturale evoluzione di quelli usati per recuperare i Boosters dello shutte.
I centri coinvolti sono stati il Marshall Space Flight Center di Huntsville, Alabama, l'ATK Launch Systems diPromontory, Utah , costruttore dello stadio e lo  United Space Alliance (USA) di Houston, Texas, che è il responsabile per lo sviluppo dei paracadute.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.

Potrebbero interessarti anche...