ISS Daily Report – Mercoledì 11 Marzo 2009

ISS Daily Report – Mercoledì 11 Marzo 2009

Da quanto riportato EVA-21 è filata via liscia senza intoppi, raggiungendo tutti gli obiettivi come da programma. Citando un po' di numeri possiamo dire che; il boccaporto esterno è stato aperto alle 12:22 pm ed è stato richiuso alle 05:11 pm, dopo 4 ore e 49 min. Questa è stata la 115ma EVA in supporto alla Stazione ISS.
Nei controlli post-EVA, Yuri LONCHAKOV ha eseguito l'esame (standard) della lettura delle radiazioni del dosimentro che equipaggia le EMU.
Mike ha ripreso lavoro, riordinando tutti i suoi attrezzi utilizzati con la Orlan e risistemandoli per la Mission 15A.

Sandy e Mike si sono poi collegati con gli specialisti a Terra per discutere le prove eseguite e i suggerimenti per migliorare ulteriormente la ripresa delle immagini durante la manovra RPM che il Discovery dovrebbe fare il 13 Marzo (… sperem)

Sandy MAGNUS, subito dopo pranzo, ha ripreso a lavorare nel US Airlock continuando nella preparazione la passeggiata spaziale 15A. Il lavoro si è focalizzato più che altro, sull'esecuzione corretta delle ricariche delle batterie e del dispositivo di alloggiamento a “bordo ” delle EMU, oltre alla verifica e regolazione di altre parti di equipaggiamento.

Quando il lancio del Discovery avrà luogo, le attività relative alla ISS della Mission 15A saranno le seguenti:

13/03  (al momento, la data è solo indicativa)
– Rendezvous con ISS
– manovra RPM per ispezione scudo termico
– attracco alla ISS
14/03
– sgancio del Truss S6 per mezzo del braccio SSRMS di ISS
– passaggio di “mano” e serie di manovre con S6 agganciato a SRMS. Nota:
* SSRMS sta per Space Station Remote Manipulator System.
* SRMS sta per Shuttle Remote Manipulator System.
– nuova ripresa di S6 e movimentazione di SSRMS fino al punto WS1 (WorkStation1) e parcheggio per la “notte”
– preparazione per EVA-1 (Swanson & Arnold)
15/03
– EVA1, installazione del Truss S6 e del Solar Arrays (pannelli solari), previste circa 7 ore di lavoro.
16/03
– le operazioni si concentreranno sull'ispezione di TPS (Thermal Protection System) con OBSS (una sorta di prolunga “tecnologica” da agganciare ai bracci robotici) sul braccio SRMS.
– preparazione per EVA2 (Swanson & Acaba)
17/03
– EVA2, predisposizione delle batterie esterne P6
– P1/P2 tasks; dispiegamento del P3 UCCAS (Unpressurized Carrier Common Attach Site) e di S3 PAS (Payload attachment system) in poche parole si tratta dei punti di attacco delle strutture che possono raccogliere payload esterni e/o ricambi per la Stazione stessa.
18/03
– dispiegamento dei pannelli solari di S6 e spostamento del carrello del braccio SSRMS dalla punto di lavoro WS4 a WS1.
– preparazione per EVA3 (Arnold & Acaba)
19/03
– EVA3, riposizionamento di CETA (la piattaforma con cui si aiutano gli astronauti nel loro lavoro)-
– lubrificazione della torretta di aggancio di SPDM (il Manipolatore Dextre del braccio robotico SSRMS)
– sostituzione di 2 RPCMs (Remote Power Controller Modules).
20/03
– giornata “semilibera”, si procede con i trasferimenti di materiale, collegamenti informativi con gli specialisti a Terra, preparazione per EVA4 (Swanson & Arnold)
21/03
– EVA4, installazione dell'antenna GPS sul modulo JEM, riconfigurazione di Z1 e servizio fotografico sui radiatori termici.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.