La delegazione ASI in Israele

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Una delegazione dell’Agenzia Spaziale Italiana, guidata dal Commissario Straordinario Enrico Saggese, si è recata in Israele nei giorni 7-9 gennaio 2009  su invito dell’Agenzia Spaziale Israeliana (ISA). La delegazione, composta, oltre che dal commissario, dal Professor Mariano Bizzarri, Coordinatore dei Progetti Scientifici e Tecnologici e dalla Dottoressa Gabriella Arrigo, Responsabile delle Relazioni Internazionali dell’Agenzia, è stata ricevuta dal Presidente Shimon Peres (nella foto il Commissario illustra al Presidente alcune immagini radar) che ha sottolineato l’importanza della cooperazione italo-israeliana in ambito scientifico e tecnologico, evidenziando cinque aree tematiche fondamentali. Nell'ordine: salvaguardia delle risorse idriche; nuove fonti energetiche; promozione della ricerca sulle cellule staminali; formazione ed educazione scientifica; homeland security. Nell’occasione il Commissario ha illustrato al Presidente il progetto COSMO-SkyMed e le principali aree di attività dell’ASI, ponendo particolare enfasi sui temi discussi con l’ISA su cui, nel prossimo futuro, si ritiene poter avviare una reciproca, fattiva collaborazione.

Molti gli incontri nella due giorni israeliana dell’ASI, resi possibile dal prezioso contributo di S.E. l’ambasciatore, Dottor Luigi Mattiolo, e dal consigliere scientifico, Professor Stefano Boccaletti. Saggese ha incontrato una delegazione dell’ISA, guidata dal Professor Isaac Ben-Israel, Presidente ISA, e dal Direttore, Dottor Zvi Kaplan. Erano presenti eminenti rappresentanti dell’Università, dell’Industria e del Governo israeliano.

Inoltre la delegazione ASI ha partecipato ad una riunione organizzata dal Ministero dell’Industria e promossa dal Direttore Generale per la Innovazione e la Ricerca, Dottor Eli Opper. I colloqui, svoltisi in un clima di cordialità e simpatia, hanno permesso di individuare le aree di possibile cooperazione.  In particolare un reciproco interesse è emerso in relazione ai sistemi di rivelazione iperspettrale, sui satelliti per telecomunicazioni, sugli studi pertinenti i raggi cosmici e, in prospettiva, sulle possibilità di fornire supporto tecnologico in ben definiti ambiti correlati al ritorno sulla Luna. L’ISA ha manifestato grande attenzione a quanto in Italia si sta facendo in merito al SAR ed al settore della propulsione e dei lanciatori. Di comune accordo si è convenuto di promuovere un workshop scientifico centrato sui principali argomenti affrontati.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.