ISS Daily Report – Lunedì 12 Gennaio 2009

ISS Daily Report – Lunedi: 12 Gennaio 2009

I sistemi ISS sono nominali e operativi, ad eccezione delle note riporate più sotto.

Prima di colazione, FINCKE ha iniziato la Parte-1 del periodico protocollo di misurazione acustica, utilizzando dei rilevatori distribuiti a tutto l'equipaggio. Ogni singolo membro dell'equipaggio dovrà tenerlo indossato per 24 ore (con un microfono sul collare della maglietta/shirt). L'ultima volta il test, era stato eseguito lo scorso 3-4 Novembre.

LONCHAKOV,ha familiarizzato, con l'aiuto dei specialisti a Terra, del nuovo payload preparato da studenti russi. Si tratta di una suite di 3 dimostrazioni, a scopo educational, di fisica in microgravità.

Mike FINCHE ha eseguito lo “Exp-18 week 12” con il prelievo di campioni di acqua potabile per analisi chimiche e microbiologiche, quest'ultimo, dopo il riscaldamento preliminare dell'acqua (tre cicli riscaldamento).

Continuando la periodica manutenzione preventiva dei sistemi di vewntilazione del RS (Russian Segment) LONCHAKOV ha utilizzato un aspirapolvere e uno spazzolino morbido per pulire le ventole degli schermi 1, 2, e 3 dei tre SOTR.

MAGNUS ha eseguito il periodico impiego dei 4 FMK passivi (Formaldehyde Monitoring Kit) che per due giorni serviranno a intrappolare qualsiasi traccia di formaldeide presenti nell'aria. Sandra ha inoltre riconfigurato il HRF PC1 (Human Research Facility/Portable Computer 1) per l'uso dell'alimentazione da SUP (Standard Utility Panel) .

In KIBO JPM (JEM Pressurized Module), MAGNUS ha eseguito la ricerca guasti per ELT-3 (Experiment Laptop Terminal 3). Il problema potrebbe essere lo stesso ELT oppure il cavo tra l'ELT e il Saibo Rack. Sandra ha inoltre ripulito il ventilatore del Nodo-1.

IWIS Thruster Test:  alle 12:48PM-01:10PM EST (Eastern Standard Time) è stato eseguito, un test IWIS per la misura delle dinamiche strutturali di ISS. Allo scopo, è stata eseguita l'accensione dei thrusters russi. JPM&LAB sono stati chiusi durante l'accensione.
IWIS (Internal Wireless Instrumentation System), sistema che monitora l'integrità strutturale della stazione ISS. Questa interessante strumentazione permette, tra l'altro, l'analisi e quindi la comprensione del comportamento strutturale a fronte dei re-boost oppure o delle sequenze di accensione dei trhusters da parte del RCS (Reaction Control System), quando ad esempio lo Shuttle è agganciato alla stazione.  Questi dati, sincronizzati, cambiano e cambieranno a seconda delle future evoluzioni strutturali della ISS. Lo IWIS wireless, minimizza il tempo necessario alla posa e cablatura dei cavi/collegamenti. Inoltre, alcuni tipi di accensioni dei thrusters devono essere eseguite in sicurezza, con i portelloni di tenuta (airlocks) dei moduli chiusi. In questi casi la trasmissione dati IWIS, è fondamentale.

Aggiornamento, RS EVA-22: la prossima Orlan-EVA russa, originariamente proposta a cavallo di Gennaio/Febbraio non sarà pronta prima di Marzo.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.