La Russia offre all’India un passaggio per lo spazio.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il Governo Russo ha offerto all'India il suo aiuto per lo sviluppo del programma spaziale avanzato indiano.
Secondo quanto dichiarato dal capo della RSA (Russian Space Agency) Anatoly Perminov, Mosca fornirà all'agenzia spaziale indiana una non meglio specificata assistenza a seguito della stipula di un relativo contratto. Perminov oltre a spiegare che lo stato indiano potrebbe ricevere il proprio veicolo spaziale dopo il 2015, ha aggiunto che un astronauta indiano potrebbe volare con una Soyuz russa per il 2013, nell'ambito di un programma di missioni umane indiano.

Perminov si è dichiarato certo della sicura riuscita del programma spaziale umano indiano.

Nel frattempo l'ISRO è alle prese con lo sviluppo di Chandrayaan-2, per il quale il governo indiano ha stanziato 86,6 milioni di dollari. Il nuovo lander verrà costruito in Russia, mentre il rover verrà sviluppato congiuntamente da Nuova Delhi e Mosca. Il payload di Chanrayaan-2 verrà definito dopo l'analisi dei dati raccolti da Chandrayaan-1.

Inoltre, l'ISRO è alle prese con la fase progettuale di una mini sonda solare denominata Aditya, che dovrebbe essere lanciata fra un paio di anni.

Va detto che il presidente dell'ISRO Madhavan Nair e il ministro della difesa indiano A.K. Antony sono stati alle prese con delle pesanti critiche mosse verso il costo di Chandrayaan-1, che a detta di molti, è lievitato eccessivamente rispetto a quello pianificato.
Nair e Antony si sono difesi con decisione affermando che la spesa per la prima sonda lunare indiana ha richiesto il 3% del budget triennale dell'ISRO, e che una parte importante della spesa ha riguardato le infrastrutture di terra, che naturalmente verranno utilizzate anche per le future missioni verso Marte e Venere.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)