Test rivelano potenziali problemi del sistema TVC di Ares I con i venti forti

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Durante le recenti simulazioni numeriche sulla traiettoria del nuovo lanciatore Ares I, nella prima fase di volo da velocità nulla, si sono rilevate alcune criticità con il sistema di controllo vettoriale della spinta, il TVC (Thrust Vector Control), poichè quest'ultimo potrebbe sotto talune condizioni atmosferiche non essere sufficiente per portare il veicolo ad evitare un pericoloso avvicinamento alla struttura della rampa.

Questo aspetto è stato evidenziato valutando una condizione meteo con venti molto forti da sud: in questa condizione l'azione del TVC del lanciatore potrebbe non scongiurare, durante le primissime fasi dell'ascesa, un potenziale contatto con la FSS (Fixed Service Structure), nella zona più alta della torre. Questo accadrebbe perchè nelle primissime fasi di volo il comportamento del moto rotazionale del veicolo porterebbe, all'inizio della manovra di curvatura della traiettoria, l'asse longitudinale a non essere perpendicolare alla base del pad (cosa effettivamente normale): sarebbe proprio il sistema di orientamento degli ugelli, il TVC, a dover contrastare questo moto fuori asse, problematico solo nei primi secondi di volo. Tuttavia non è certo che il TVC riesca in ogni condizione ad evitare il contatto tra la struttura di supporto e il lanciatore.

Il pericolo sorgerebbe con venti di circa 34 nodi da Sud, mentre NASA ha recentemente asserito che l'inizio della soglia di guardia si abbassi a 19 nodi che, nella zona del Kennedy Space Center, non è affatto una situazione rara.

Attualmente si stanno svolgendo numerose simulazioni numeriche dell'inviluppo della traiettoria di volo nelle prime fasi, contestualizzate con i valori di velocità dei venti nei database. Le eventuali restrizioni al decollo del lanciatore, in presenza di venti tali da portare a simili pericoli, saranno evidenziate una volta conclusi i test e la campagna di collaudo di Ares I.