Il satellite N-Prime della NOAA arriva a Vandenberg per il lancio

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'ultimo satellite polare per la ricognizione ambientale e meteo, sviluppato dalla NASA per la National Oceanic and Atmospheric Administration, NOAA, denominato NOAA-N Prime, è arrivato lo scorso 4 Novembre, alla Vandenberg Air Force Base in California, con un velivolo cargo militare C-5A  in vista del suo lancio previsto per il 4 Febbraio 2009. NOAA-N Prime, costruito dalla Lockheed Martin, è simile al NOAA-N lanciato il 20 Maggio 2005.

Il satellite verrà  lanciato dal Western Range presso la Vandenberg AFB da un vettore a due stadi Delta II della United Launch Alliance, gestito dal Launch Service Program della NASA, con base presso il Kennedy Space Center.

NOAA-N Prime è l'ultimo satellite in ordine di tempo della serie "N", costruito dalla Lockheed Martin Space System Company. La serie "N" raggruppa quei satelliti denominati "Advanced Television Infrared Observational Satellites", ed in particolare, il NOAA-N Prime effettuerà  monitoraggi ambientali sull'atmosfera terrestre, sulla sua superficie, sulla copertura nuvolosa, incluse misurazioni della radiazione terrestre, dell'ozono atmosferico, e della distribuzione degli aerosol. N Prime rileverà  inoltre la temperatura e l'umidità  in senso verticale nella troposfera e nella stratosfera.
Esso sarà  utile nelle misurazioni dei flussi di protoni e di elettroni ad altitudini orbitali, raccoglierà  dati da piattaforme remote e fornirà  supporto all'attività  del sistema di satelliti Search and Rescue Satellite-Aided Tracking System.

NOAA-N Prime verrà  preparato per il lancio presso la Payload Processing Facility della NASA situata a nord della Vandemberg AFB. Il 5 Novembre, esso verrà  rimosso dal suo container e verrà  posto in posizione verticale, quindi avranno inizio i tests del satellite ed i suoi preparativi per il lancio. Questa fase durerà  circa un mese.

Nel frattempo, al pad di lancio, inizierà  l'allestimento del vettore Delta II 7320 costruito e preparato per il lancio dalla United Launch Alliance. Il 2 Dicembre è prevista l'erezione del primo stadio al Launch Complex 2, ed il giorno seguente ad esso verranno uniti i tre solid rocket boosters.  Il secondo stadio, a propellenti ipergolici, verrà  montato sul primo stadio il 4 Dicembre, e quindi verrà  posizionato il fairing di protezione del satellite nella clean room della torre di servizio mobile.

La settimana seguente il primo stadio verrà  caricato con ossigeno liquido durante la simulazione di un countdown, poi, avverrà  un flight test simulato senza propellente, per testare gli eventi post-liftoff. Durante questo test verranno saggiati i sistemi elettrici e meccanici del Delta II.

A metà  Gennaio il NOAA-N Prime verrà  issato in cima al suo vettore al launch pad, e la settimana seguente avverrà  il test dell'ensamble di volo definitivo senza propellenti, che simulerà  il countdown. A fine Gennaio il satellite verrà  chiuso nel suo fairing in attesa del suo lancio.

Notizie su NOAA-N Prime e relativa brochure.

Immagine (C) NASA

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)