Il propulsore J2-X del programma Constellation conclude la CDR

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il propulsore J-2 X, parte integrante del programma NASA Constellation e sviluppato dalla azienda Pratt and Whitney Rocketdyne, ha completato con successo alcuni giorni fa la CDR (Critical Design Review). Questo evento è tanto più importante per il fatto che il propulsore è il primo elemento del programma a passare con successo questa review. I test funzionali del propulsore avverranno nel 2010.

Il J-2 X è un propulsore a propellente liquido criogenico (idrogeno ed ossigeno liquidi) che equipaggerà sia l'upper stage del lanciatore Ares I, sia lo stadio di partenza dall'orbita terrestre del lanciatore Ares V, destinati a supportare il volo umano made in USA nelle prossime decadi.

Alla review, cui seguiranno la realizzazione ed i test di J-2 X, previe le necessarie modifiche che si rendessero necessarie, hanno preso parte sia le aziende costruttrici, sia il personale di NASA Marshall Space Center, oltre ad altri centri NASA. La CDR apre la fase D dello sviluppo del propulsore, ossia  la verifica, la qualifica e la produzione.