LRO inizia i test in camera termovuoto

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La sonda NASA Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) ha iniziato i test ambientali in camera termovuoto, che seguono la fase di costruzione e precedono la validazione del modello di volo all'ambiente spaziale, condizione necessaria per assicurarsi il corretto funzionamento dei sistemi in condizioni nominali.

Il veicolo spaziale, costruito presso il centro NASA Goddard a Greenbelt (Md), sarà quindi sottoposto a svariati test di simulazione che dureranno in tutto cinque settimane. L'ambiente in camera termovuoto sarà simulato nelle sue condizioni di pressioni bassissime e carichi termici estremi nelle varie condizioni di volo, ossia l'irraggiamento Solare e il grande "pozzo termico" che è lo spazio profondo, simulato con tubi di fluido criogenici nelle pareti della camera.

LRO porterà con sè sulla Luna sette strumenti per permettere agli scienziati di disporre di mappe dettagliate della superficie lunare e comprendere molto di più sulla topografia lunare, sulle condizioni di illuminazione, la mineralogia e le risorse naturali del nostro satellite. Le informazioni ricavate dall'operatività della sonda costituiranno un grande bagaglio in occasione delle future missioni umane verso la Luna, programmate per il 2019 dalla NASA con il programma Constellation.

LRO verificherà anche le condizioni dei potenziali siti di atterraggio delle future missioni umane.

La sonda verrà successivamente spedita al Kennedy Space Center della NASA in Florida il prossimo anno, per la preparazione al lancio con un Atlas V, previsto NET 24 aprile.