Il payload della STS-125 issato dopo la riparazione delle slitte di guida

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

I problemi riscontrati ieri nel vano tentativo di issare il canestro contenente il carico utile della missione STS-125 nell'apposito alloggiamento Payload Changeout Room (PCR), nella struttura del Pad 39-A,
sono stati risolti, per cui si è effettuato regolarmente il sollevamento e l'intallazione del Payload Canister, sia pure con 24 ore di ritardo.
L'operazione è avvenuta al Pad 39A del Kennedy Space Center dove è posizionato lo Space Shuttle Atlantis, in preparazione al lancio, attualmente programmato per il 10 Ottobre.
La risoluzione del problema si è ottenuta con la riparazione delle slitte di guida, che permettono il sollevamento verticale, scorrendo in appositi binari nella Rotating service Structure.
Queste slitte, costruite in teflon, erano state installate recentemente, durante una fase di manutenzione, quindi erano nuove.
I primi tentativi di sollevamento effettuati ieri, hanno evidenziato un intoppo nello scorrimento, per cui i tecnici hanno pensato che le slitte avessero uno spessore maggiore del necessario, per cui hanno iniziato una "limatura" delle stesse.
Purtroppo dopo altri tentativi, si è ottenuto un danneggiamento di una slitta, che si è imbarcata e scheggiata.
Si è provveduto allora alla costruzione di nuove slitte, con spessore minorato, che una volta montate hanno permesso un agevole esecuzione del sollevamento.
Il payload, dovra' ora essere trasferito nel vano di carico dell'Atlantis, l'operazione dovrebbe avvenire domani, Martedi 23 Settembre.
Come è noto, il carico consiste nelle apparecchiature necessarie al compimento dell'ultima missione di servizio allo Hubble Space Telescope.
L'arrivo del carico al Pad è avvenuto con ritardo rispetto ai programmi, per cui è a rischio il completamento delle operazioni, in tempo per la data di lancio, prevista ufficialmente per il 10 Ottobre.
In settimana i responsabili dello Space Shuttle Program (SSP), provvederanno a una messa a punto della tempistica, considerando anche che il Johnson Space Center di Houston, ha avuti parecchi problemi, rimanendo chiuso per parecchi giorni, a causa del'uragano Ike.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.