Primo satellite caccia-asteroidi

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il Canada sta realizzando il primo telescopio spaziale destinato a tracciare asteroidi oltre che satelliti. Il NEOSSat dovrebbe rappresentare un deciso miglioramento nella sorveglianza dei corpi celesti pericolosi nelle vicinanze della terra.

L'iniziativa si segnala anche per le ridotte dimensioni dello strumento (65 kg, una valigetta 24ore) ed i costi contenuti (12 milioni di $), grazie anche alla possibilita' di lanciarlo "agganciato" ad un altro veicolo spaziale.

Il NEOSSat e' stato sviluppato congiuntamente dal Defence Research Development Canada (DRDC – militare) e dall'agenzia spaziale canadese (CSA), che si sono divise progettazione, costruzione e gestione. Il lancio e' previsto per il 2010.

Il Canada sta dunque capitalizzando una consolidata esperienza nella realizzazione dei cosiddetti "micro satelliti", testimoniata egregiamente dal successo della missione MOST (Microvariability and Oscillation of STars), che con un veicolo spaziale di soli 60 chili e' destinata a studiare l'eta' delle stelle nella nostra galassia.

La parte del progetto NEOSSat che e' inerente al tracciamento di satelliti avra' ricadute sia militari (integrandosi con il sistema NORAD) che civili, fungendo da "controllo del traffico" per i dispositivi orbitanti ad altissime quote. Inoltre il nuovo telescopio spaziale si affianchera' a quelli a terra ed ai radars dello Space Surveillance Network (SSN), distribuiti in tutto il mondo, avvantaggiandosi della sua orbita sincrona all'apparente moto del sole intorno alla terra.

La sfida principale per questo tipo di attivita' e' costituita dal rendere il piccolo veicolo tanto agile e veloce quanto assolutamente stabile in fase di rilevazione.

Per quanto riguarda la sorveglianza degli asteoroidi, l'impressionante mole di dati che il piccolo specchio da 15 centimetri sara' in grado di raccogliere operando dallo spazio e' gia' sufficiente ad eccitare le aspettative degli scienziati.

Il NEOSSat orbitera' ad una altezza di circa 700 km, passando da polo a polo ogni 50 minuti e compiendo centinaia di manovre ed evoluzioni ogni giorno. Alimentato dal sole, scarichera' i dati a terra ad ogni passaggio sopra il Canada. La sua sensibilita' e' tale da rilevare un oggetto (asteroide) che emetta solo 50 fotoni con una esposizione di 100 secondi.

Altra opportunita' di studio e' rappresentata dall'individuazione di asteroidi "low and slow", ovvero lenti e vicini. Questi rappresentano un bersaglio ideale per missioni esplorative automatiche ma anche umane.

Visitando il sito ufficiale della missione, www.neossat.ca, potrete esprimere il Vostro apprezzamento ed anche lasciare il Vostro nome affinche' venga lanciato nello spazio con il satellite.

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.