La SpaceX effettua la prima accensione a 5 motori del razzo Falcon 9

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

McGregor (Texas-USA): La Space Exploration Technologies Corp. (SpaceX) ha effettuato la prima accensione a 5 motori del suo razzo Falcon 9 per carichi medio/pesanti, presso l'impianto di prova vicino a McGregor, Texas, lo scorso giovedi 29 maggio. Alla massima potenza i motori hanno sviluppato quasi mezzo milione di libbre di spinta (circa 226500 kg, 2.2 milioni di N – ndt), consumando 1750 libbre di carburante ed ossigeno liquido al secondo (circa 800 Kg.). Questo test a 5 motori ristabilisce il primato di potenza per il torreggiante supporto di prova di 235 piedi (circa 70 metri).

Il test dei 5 motori Merlin 1C, sistemati in uno schema a croce come nel razzo lunare Saturn V, e' l'ultimo passo prima dell'accensione dell'intero insieme di 9 motori, prevista per quest'estate. Con tutti i motori in funzione, il Falcon 9 genera una spinta nel vuoto di piu' di un milione di libbre (450mila Kg, 4.4 milioni di N circa), ovvero 4 volte la spinta massima di un aereo 747.

"E' la prima volta che aggiungiamo piu' di un motore per volta, e tutte le fasi di integrazione e test sono andate benissimo" ha detto Tom Mueller, VicePresidente del settore Propulsione della SpaceX. "Come nei test precedenti, non abbiamo riscontrato interazioni inattese tra i motori, e siamo nei tempi previsti per aggiungere gli altri 4 motori"

Il primo Falcon 9 arrivera' al sito di lancio SpaceX di Cape canaveral entro la fine del 2008. Il prossimo volo del piu' piccolo Falcon 1, sempre della SpaceX, e' previsto per fine giugno o luglio 2008.

Note sulla SpaceX:

La SpaceX sta sviluppando una famiglia di lanciatori con l'obiettivo di ridurre i costi ed aumentare l'affidabilita' dei voli con e senza equipaggio sino ad un fattore di 10. Con la sua gamma Falcon 9, propulsa dai motori Merlin sviluppati internamente, la SpaceX e' in grado di offrire vettori con capacita' piccole, medie o grandi per inserire carichi a qualunque altezza e con qualunque inclinazione, dall'orbita bassa terrestre all'orbita geosincrona alle missioni planetarie. Al momento la SpaceX ha 14 missioni in programma, e si e' aggiudicata contratti di approvvigionamento senza scadenza sia dalla Nasa che dall'USAF. Come vincitrice del bando Nasa per i Servizi di Trasporto Orbitale Commerciale (COTS), la SpaceX si trova nelle condizioni di riempire il vuoto che si aprira' col ritiro dello Shuttle nel 2010. In base al contratto in corso, la SpaceX effettuera' 3 lanci del suo Falcon 9 e del suo vascello Dragon per conto della Nasa, che culmineranno con l'aggancio del Dragon all'ISS ed il suo successivo rientro a terra. La Nasa ha anche un'opzione sul sistema Falcon9/Dragon per i servizi di traferimento equipaggio verso l'ISS dopo il pensionamento dello shuttle.

(fonte: spaceref.com)

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.