STS-124: rollout

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' in corso in queste ore il rollout in rampa del complesso di lancio per la prossima missione del Discovery, la partenza dal VAB è avvenuta a mezzanotte circa ora locale e l'arrivo è previsto per le 7am EDT, le 13 circa ora italiana.
Nelle ultime ore erano sorti alcuni problemi i quali sono stati tutti valutati prima di iniziare il trasferimento, fra questi una telecamera su un SRB che non registrava le immagini e il problema è stato individuato nel recorder il quale verrà sostituito al pad.
In tutto nelle ultime ore sono stati valutati e risolti 21 problemi sorti che potevano inficiare lo spostamento, per tutti si è comunque trovata una soluzione o rimandata la riparazione sul pad.
Il meteo non ha creato problemi e non sarà una minaccia nelle prossime ore, per lunedì è prevista l'installazione del payload nella stiva dello shuttle sul pad.
E' sorto poi nuovamente il problema già avuto in passato con STS-121 dei "tin whiskers", ovvero la crescita di piccole e finissime schegge sulla superficie metallica degradata di componenti che lavorano in "corto circuito" e questa volta il danneggiamento è stato individuato sul TACAN, il sistema di navigazione terrestre utilizzato nelle ultime fasi del volo prima dell'atterraggio o durante un eventuale "return-to-launch-site abort".
Il TACAN determina la distanza e l'orientamento della prua in base alla ricezione in VHF dei segnali inviati dalle stazioni di terra con antenne omnidirezionali.
L'orbiter è equipaggiato con tre sistemi TACAN differenti i quali lavorano in ridondanza, ogni TACAN ha due antenne, una sul dorso e l'altra sulla pancia dell'orbiter.
Durante un'ispezione si è quindi riscontrato il fenomeno di erosione sul più vecchio dei tre TACAN installati sul Discovery e anche se non è un problema per l'operatività del mezzo ed essendo distante da componenti elettronici sensibili, si è deciso di approfondire il fenomeno sorto principalmente in parti di metallo lavorate, come sedi di viti o fissaggi in cui il rivestimento di protezione esterno metallico era stato asportato.
Anche nella zona di ricezione del segnale non dovrebbero esserci problemi di operatività per STS-124 non potendo variare l'output del segnale TACAN in ricezione.
L'equipaggio intanto si trova ad Edwards per fare alcune simulazioni di atterraggio con il STA (Shuttle Training Aircraft) nella nuova pista 22, costruita in sostituzione della precedente in corso di manutenzione soprattutto per la regolazione dell'impianto luci e per gli aiuti in avvicinamento. Le ultime regolazioni verranno poi effettuate nelle prossime settimane con un altro equipaggio.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.