Conclusa analisi ritardi ET

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Si è conclusa l'analisi dei ritardi accumulati anche per gli ET-127 e ET-129 delle missioni STS-125 e STS-126.
Il verdetto è quello che ci si attendeva con un calendario che prevede di supportare la missione verso Hubble a Ottobre, STS-126 a Novembre e STS-119 a Febbraio.
Con l'arrivo di ATV e il probabile arrivo senza problemi del prossimo Progress sulla ISS si raggiungeranno i 3 mesi di risorse sulla ISS per poter supportare il lancio di STS-124 a fine Maggio e la relativa LON a fine Agosto.
Il lavoro al MAF per il riallineamento delle date viene definito "superbo" dai responsabili del Programma, con un ritardo ipotizzato in prima analisi di diversi mesi, e ora ridotto a sole 5 settimane.
Le date precise per i lanci sono previste nel giro di qualche giorno.
Shannon ha ringraziato il team in Louisiana per l'enorme sforzo effettuato nel cercare di tenere contenuto il ritardo e per ora non sono previsti ulteriori ritardi se non sorgeranno nuovi problemi.
Il ritardo su STS-125 si ribalta anche su Ares I-X in quanto fino al lancio di questa missione la High Bay del VAB e la rampa 39B destinate a queste missioni non potranno essere riconvertite. In merito non ci sono ancora state decisioni o analisi delle tempistiche, si aspetterà fino al lancio della missione di riparazione verso Hubble per avere il quadro completo.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.