Bocciato il piano ASI/ESA per gli MPLM

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La NASA avrebbe definitivamente bocciato il piano di ESA e ASI per il mantenimento di almeno un MPLM agganciato alla ISS in maniera stabile per un utilizzo logistico.
La proposta prevedeva di agganciare Raffaello al portello superiore di Harmony dal Gennaio 2010.
Il modulo sarebbe stato aggiornato con uno scudo anti MMOD e lanciato da Discovery con STS-130 il 21 Gennaio 2010 il quale sarebbe tornato a terra con Leonardo, lasciato agganciato alla ISS dalla missione STS-128 del Luglio 2009.
Il rifiuto del progetto Permanent Logistics Module (PLM) è arrivato comunque dopo la verifica da parte dei Partners NASA che tutti i ricambi programmati verso la ISS sarebbero stati ugualmente lanciati nei tempi previsti.
Giovanni Bignami, Presidente ASI: "La NASA ci ha dichiarato che il progetto non è fattibile, e che avrebbe richiesto una riprogrammazione dei loro piani con dei costi aggiuntivi. Noi avevamo proposto il pagamento di 22 milioni di Euro per la modifica dell'MPLM ma le possibilità che ora avvenga sono molto poche."
La NASA per ora non ha rilasciato commenti.
Il programma PLM era stato discusso nel meeting dello scorso Dicembre fra ESA-ASI-NASA durante il quale Griffin non aveva bocciato l'idea, i successivi studi però avrebbero chiuso le porte alla possibilità di vedere un MPLM permanentemente agganciato sulla ISS.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.