GLAST al KSC

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' arrivato al KSC il Gamma-ray Large Area Space Telescope (GLAST) per le ultime preparazioni prima dell'integrazione finale con il Delta II che lo lancerà il 16 Maggio prossimo.
La missione è diretta dal U.S. Department of Energy in collaborazione con partner provenienti da Francia, Germania, Italia, Giappone e Svezia più molti altri enti accademici americani.
Esplorerà lo spazio più violento cercando di fornire risposte ai dubbi che ancora assillano i ricercatori riguardo buchi neri super-massivi, pulsar, raggi cosmici e GRB (gamma-ray burst).
Verranno integrati nei prossimi mesi, l'antenna con il sistema di comunicazione e i pannelli solari, successivamente verrà eseguito un controllo completo ad ogni sistema della sonda.
Queste attività saranno gestite da General Dynamics, costruttore della sonda.
Il lanciatore di ULA verrà assemblato a partire dal 17 Marzo, data di montaggio del primo segmento, seguiranno poi tutti gli stadi e i booster laterali che comporranno il Delta II in versione 7920-H, con 9 booster.
La sonda verrà integrata con il lanciatore il 1° Maggio.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.