STS-124 update

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Inizia questa settimana un'importante tappa in previsione della missione. Si cominceranno infatti a montare i SRB all'interno del VAB. Sull'orbiter invece i lavori procedono fluidi, con il controllo del TPS a seguito dell'ultima missione, la STS-120, in pieno svolgimento.
Rimangono ancora 81 piastrelle da sistemare e 114 sono già state sostituite. Gli SSME verranno smontati la settimana prossima e rimangono 2 pannelli RCC da montare (il 9 e il 13 di sinistra) dopo i controlli post-volo.
Tornando al VAB si comincerà con il SRB di sinistra, con tre segmenti previsti per questa settimana. L'ET rimane l'unica incognita, essendo ancora a Michoud in attesa di ricevere le ultime modifiche previste dalla STS-122.
Vista la precedenza che si è data ai due ET più imminenti il lavoro sull'ET-128 è rimasto un po' indietro. Il personale che era stato trasferito al KSC per lavorare su STS-122 ritornerà questa settimana al MAF per concentrarsi completamente sull'ET-128 per la STS-124.
Si rimane comunque fiduciosi nel poter rispettare le scadenze prefissate, anche se ora il lavoro è in arretrato di circa su settimana e sta mettendo a rischio la data del 24 Aprile prevista per il lancio.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.