STS-122 FD13 Pronti al rientro

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Nell'ultimo giorno completo in orbita le operazioni da svolgere erano molte, dalla preparazione della cabina, al controllo delle tute per il rientro, la conversione di tutti i sistemi dalla configurazione "spaziale" dell'orbiter a quella "atmosferica" e un paio di "Water & CWC dump".
Il problema verificatosi ieri in serata al sistema VRCS è stato accertato nella notte essere reale e si era deciso durante la giornata di ri-orientare l'orbiter per cercare di mantenere la temperatura del sistema entro i limiti di utilizzo, sfortunatamente non si è riusciti nell'intento per cui il sistema è stato dichiarato non utilizzabile. Questo non comporterà comunque particolari problemi visto che è ridondante utilizzando il sistema RCS tradizionale.
In serata si è ritirata l'antenna in banda KU sospendendo quindi l'invio di immagini video a terra e per domani in mattinata sono previste le ultime procedure per il rientro.
La prima opportunità di atterraggio è prevista alle 15:07 ora italiana, altrimenti ci sarà una seconda possibilità all'orbita successiva più un'ulteriore ultima possibilità alla terza orbita a Edwards.
Sembra comunque che il meteo si ottimo per un rientro al KSC con cieli limpidi e alta pressione che dovrebbe scongiurare qualsiasi nube.
Se tutto andrà come previsto l'accensione per il rientro avverrà alle 14:01.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.