STS-122 Approvata data di lancio ma tubazione ancora sotto analisi

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Approvata anche nell'ultima parte della FRR di oggi la data di lancio per il 7 Febbraio prossimo, via libera quindi alle operazioni pre-lancio in vista dell'inizio del countdown.
Rimane però aperte la questione sulla tubazione gemella danneggiatasi sul Discovery nelle ultime missioni.
Anche sull'Atlantis è stata individuata la deformazione anomala, a forma di omega, del tubo flessibile che collega la fusoliera ai pannelli.
E' stato quindi formato un Tiger Team per la risoluzione del problema e la redazione di un piano di intervento in questi giorni.
Le opzioni in valutazione sono sono 3, ovvero volare "as-is" con un piano per un eventuale malfunzionamento in orbita, riparazione sul pad o rollback e sostituzione nel VAB.
La decisione sarà presa sabato in una riunione del PCRB.
L'ispezione svolta ieri era stata richiesta dopo l'individuazione di un danno alla tubazione del freon, per la prima volta in assoluto, sul Discovery appena rientrato dall'ultima missione.
Stranamente però i test eseguiti sul pezzo rimosso non hanno riscontrato difetti.
Dalle analisi boroscopiche eseguite sembra però che le condizioni siano sensibilmente migliori di quelle rilevate sul Discovery.
Per l'osservazione sono state aperti i portelli di 18-20° e una volta eseguita l'ispezione, vista la presenza della curva sul tubo flessibile si è deciso di bloccare tutto in quella configurazione sia per eseguire ulteriori test sia per verificare l'assenza di perdite e la piena funzionalità del sistema.
L'aspetto sembra buono, come ipotizzato da un'analisi effettuata dal finestrino posteriore.
Da verificare anche che in quella condizione il tubo non sia "strizzato" bloccando il passaggio del fluido refrigerante.
Se ci fosse un isolamento durante la chiusura del primo pannello in orbita si fermerebbe e isolerebbe anche l'altro pannello prima di procedere alla chiusura del secondo portello. Ma bisognerebbe essere certi poi che almeno uno dei due circuiti funzioni correttamente dopo la chiusura.
Maggiori info dovrebbero giungere nelle prossime ore.
 

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.