La NASA sceglie Zero Gravity Corporation per i suoi voli parabolici

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La NASA ha comunicato di aver stipulato un accordo con Zero Gravity Corporation, l'unica compagnia certificata dalla FAA per svolgere voli parabolici negli USA, per "appaltare" i propri voli, sia scentifici sia di addestramento per gli astronauti.
E' un passo importante perchè fino ad ora tutte le attività in microgravità della NASA erano state eseguite con velivoli governativi propri, mentre ora per la prima volta il "Vomit Comet" sarà di una compagnia privata.
La compagnia baserà i proprio aerei per questa attività principalmente al Johnson Space Center di Houston e al Glenn Research Center di Cleveland, rispettivamente per i voli addestrativi e per i voli di ricerca.
La NASA a questo scopo aveva sempre utilizzato i KC-135 o i C-9 mentre Zero Gravity Corp. utilizza un Boeing 727.
Il contratto ha durata per ora di un anno con valore di 4,7 milioni di dollari con un'opzione per altri 4 anni se il servizio sarà approvato.

Zero G è una compagnia completamente privata, l'unica ad operare negli USA questo genere di servizio, disponibile anche a semplici cittadini in cerca di nuove emozioni.
Opera voli per "turismo", per ricerca, per il settore cinematografico e per aziende private.
Fino ad ora, dall'inizio dell'attività nel 2004 ha compiuto oltre 150 voli ospitando sul suo aereo più di 3000 persone di età compresa fra gli 8 (recentemente ha volato il passeggero più giovane) e i 93 anni, compreso l'astrofisico Stephen Hawking.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.