PCRB in corso per STS-122

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Iniziata la riunione del PCRB (Program Requirements Control Board) che dovrà decidere le sorti di STS-122 dopo l'inizio dei lavori al pad e i nuovi risultati dai test a terra.
Delle 8 opzioni sembra si sia ridotto il numero a due sole, la "A" che vedrebbe l'appoggio del management del programma e dell'ECO team e la "B" che comporterebbe il rollback nel VAB e la sostituzione completa dell'ET con l'ET-126, con quest'ultima opzione che vedrebbe il favore di molti gruppi di tecnici e ingegneri del KSC e del JSC coinvolti insieme a NESC e SE&I.
Si procederebbe poi con la sostituzione dei sensori nell'ET-125, mentre lo shuttle tornerebbe nel più breve tempo possibile sul pad.
La prima opzione permetterebbe il lancio entro 4 settimane dalla decisione, rimuovendo solo la parte esterna del connettore, dove si pensa sia il danno.
Potrebbe essere possibile anche un rinvio della decisione al 3 Gennaio quando si avranno i dati dei connettori smontati e analizzati a Michoud.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.