Rosetta pronta per il flyby con la Terra

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' uno dei passi principali della sonda Europea nel suo lungo viaggio di 10 anni verso la cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko lo swing-by con la Terra del 13 Novembre.
Il massimo avvicinamento avverrà alle ore 21:57 italiane, passando sopra il Pacifico e le coste del Cile a 45.000Km/h relativi e ad un'altezza di 5300Km.
Il mese scorso era stata impressa l'ultima correzione alla sonda in modo da inserirla sulla traiettoria di massimo recupero energetico e relativo risparmio di combustibile.
Per ora Rosetta ha già avuto degli swing-by dalla Terra e uno da Marte e ne avrà un'ultimo, sempre dalla Terra il 13 Novembre 2009.
L'arrivo alla cometa di destinazione è previsto per il 2014 con un'osservazione durante il tragitto dell'asteroide Lutetia.
Durante il massimo avvicinamento sarà comunque un periodo di intensa attività sulla sonda, anche se non essendo illuminata e avendo quindi temperature molto basse, non saranno utilizzabili tutti gli strumenti.
Alcuni di questi strumenti, sia di Rosetta che del lander Philae, verranno attivati per essere ricalibrati, le attività sono iniziate il 7 Novembre e si concluderanno il 20.
Rosetta effettuerà osservazioni della Terra, dell'atmosfera e della magnetosfera fotografando le regioni Asiatiche, Europee ed Africane. Successivamente punterà i suoi strumenti verso la parte illuminata della Luna per eseguire analisi spettroscopiche della sua superficie.
Tutte le operazioni saranno eseguite e dirette dall'ESOC (ESA's Spacecraft Operations Centre).

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.