La Orbital Outfitters presenta la prima tuta spaziale commerciale

E’ stata presentata la prima tuta spaziale commerciale alla Holloman Air Force Base, realizzata dalla Orbital Outfitters (OO), e che potrà equipaggiare tutti i futuri mezzi spaziali privati.
La società si propone in questo particolare settore con la tuta IS3C, già testata per un certo periodo e che avrebbe pressioni di funzionamento superiori a quelle delle tute NASA.
Quella presentata è un primo prototipo per tute d’emergenza per equipaggiare i futuri mezzi privati nella corsa allo spazio.
La società ha creato la tuta ingaggiando esperti di viaggi spaziali, medicina spaziale, tute spaziali politiche spaziali e… esperti in costumi e effetti speciali di Hollywood.
L’obiettivo è quello di rendere disponibili per grandi numeri e a basso costo la tuta.
Ci sono vari tipi di design che verranno utilizzati una volta approvata la parte “tecnologica” della tuta, a seconda delle richieste del cliente, in modo da essere, oltre che sicure, anche rispondenti alle richieste di immagine del compratore.

Alcune caratteristiche:

  • Autonomia di 30 minuti a 500.000ft
  • Meno di 20kg di peso
  • Atmosfera a Ossigeno
  • Collegabile ad un paracadute
  • 15 minuti di autonomia in modalità completamente indipendente
  • Attivazione rapida in caso di decompressione
  • Sistema audio integrato
  • Sistema di rilevazione biometrico integrato
  • Include un piccolo display visibile sia a chi indossa sia dall’esterno.

 

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.