Nuovo centro di lancio Russo

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Come già più volte espresso, si è confermata l'intenzione della dirigenza dell'agenzia spaziale russa di costruire un nuovo spazioporto all'interno dei confini del paese in modo da svincolarlo dagli affitti e dalle incombenze che il Kazakhstan richiede per l'utilizzo dello spazioporto di Baikonur, l'ultima delle quali è il divieto di lancio se nelle vicinanze del percorso che seguirà il lanciatore c'è il presidente Nursultan Nazarbayev.
Baikonur non verrà certamente abbandonato ma il carico di lavoro verrà diminuito in modo da incontrare le richieste espresse dal paese su cui giace.
Il nuovo centro verrà realizzato probabilmente nel profondo est del paese, sono al vaglio alcune opzioni, tra cui Svobodny, al confine con la Cina.
Dal nuovo sito verrà lanciata la nuova generazione di mezzi abitati russi mentre da Baikonur si continueranno a lanciare Proton e Zenit.
Nel corso della stessa intervista Perminov ha anche annunciato che l'India ha formalmente richiesto di poter far parte a pieno titolo del programma della ISS partecipando attivamente alle attività sulla Stazione.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.