Aggiunta una 5° EVA alla STS-120

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' stato deciso di eseguire una EVA aggiuntiva durante la prossima missione dello Space Shuttle.
Il compito di questa EVA è quello di effettuare delle simulazioni di riparazioni al TPS a bordo del Discovery per testare i nuovi materiali.
Questa passeggiata era prevista in una delle prossime missioni ma visti gli ultimi episodi e visto che gli astronauti erano già stati addestrati con delle simulazioni a terra si è deciso di inserire questa EVA aggiuntiva anche se il tempo prima della missione non è molto.
Il materiale per le riparazioni era già a bordo nella passata missione, ma in quell'occasione si era deciso di non intervenire visto che non ci sarebbe stato pericolo per gli uomini e per i mezzi. Adesso si proveranno le stesse procedure già testate a terra per il nuovo materiale STA-54 con il suo "spruzzatore" T-RAD.
Ufficialmente la decisione non è ancora stata presa, ma manca solo l'autorizzazione, visto che l'addestramente è già stato eseguito e tutti sembrano concordi con la possibilità di aggiungere e anticipare questo task.
L'EVA aggiuntiva sarà eseguita da Parazynski e Wheelock e durerà circa 3h e mezza, sarà la quarta in ordine temporale, con l'ultima che viene traslata di un giorno e che sarà eseguita da Peggy Whitson e Yury Malenchenko.
Le simulazioni consisteranno nel riparare pannelli già danneggiati e ospitati fino all'arrivo sulla ISS nella cabina pressurizzata e agganciati successivamente nella stiva per il ritorno del Discovery a terra.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.