Lanciato Phoenix

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' stato lanciato con successo alle 5:26 ora locale, da Cape Canaveral il Delta 2 con a bordo la sonda marziana Phoenix.
Arriverà su Marte, atterrando con un sistema di retrorazzi e non con gli airbag dei suoi ultimi predecessori, vicino al Polo Nord la prossima primavera e avrà il compito di esaminare campio di suolo per cercare la presenza di segni di vita presente o passata e la presenza in profondità di acqua.
La missione sarà gestita dal JPL e durerà, nelle previsioni 90 giorni dopodichè l'inverno marziano avrà il sopravvento e il ghiaccio di anidride carbonica ricoprirà completamente la sonda impedendone di continuare la missione.
A bordo sono presenti due telecamere che permetteranno di riprendere il luogo di arrivo ad alta risoluzione, la sonda potrà analizzare lo spettro delle rocce che la circondano, intanto con un laser potrà studiare la composizione e la struttura dell'atmosfera marziana.
L'obiettivo principale è comunque quello di studiare la geologia marziana cercando la presenza passata di acqua e come questa ha modificato le rocce del luogo, cercando poi l'evidenza di un passato che possa aver ospitato forme di vita e se queste sono ancora presenti in forma microbiotica addormentate o nel sottosuolo e se possano essere risvegliate con condizioni climatiche idonee.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.