Rocketplane Kistler firma con il Giappone un MOU per il rifornimento di Kibo

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Rocketplane Kistler e Japan Manned Space Systems Corporation hanno fimato un MOU per il supporto al laboratorio giapponese Kibo.
La JAMSS è una compagnia privata a cui è stata affidata la gestione del laboratorio giapponese Kibo sulla ISS, formato oltre che dal modulo principale anche dal Logistics Module, l’Exposed Facility Platform e il braccio robotico.
"Con questo accordo e con l’inizio dei lanci di rifornimento alla ISS che verranno realizzati da Rpk con il loro K-1 riutilizzabile nell’ambito del programma COTS, abbiamo la possibilità di utilizzare pienamente tutte le risorse Giapponesi a bordo della ISS." ha affermato Kazuhide Todome, Managing Director di JAMSS. "Avere la possibilità di offrire capacità di invio e di recupero dall’orbita dei nostri laboratori sulla ISS, permette di essere molto competitivi nell’attrarre possibili clienti per utilizzare le nostre attrezzature. Il K-1 svolgerà un ruolo chiave nel nostro business."
" Pensiamo che nei prossimi anni si creeranno molte opportunità commerciali sulla ISS, e JAMSS ha dimostrato di essere uno dei leader del settore, e noi siamo orgogliosi di essere parte del loro team nel contribuire al trasporto del materiale necessario. E proprio questo era l’intento del programma COTS della NASA, creare opportunità commerciali per un uso completo della ISS" ha affermato George French, Chairman di RpK.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.