NASA’s Centennial Challenge: chi è il più bravo costruttore di guanti pressurizzati?

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Era stata indetta una gara dalla NASA, per cercare di migliorare i guanti utilizzati dalle tute spaziali durante le EVA, soprattutto a seguito dei danni riscontrati durante l’ultima missione (un profondo taglio sul guanto destro di Curbeam).
E la settimana prossima tutti i team in gara presenteranno i loro progetti, al New England Air Museum del Bradley International Airport, in palio ci sono 200.000$ per il team che penserà e realizzerà il miglior prototipo che soddisferà i requisiti richiesti e ulteriori 50.000$ per il guanto che svilupperà maggior contropressione meccanica indossandolo.
Attualmente le mani degli astronauti dopo una EVA sono generalmente abrase e piene di lividi e calli. L’intento è quello di realizzare un’interfaccia più confortevole e sicura durante i lavori.
La competizione è gestita dalla Volanz Aerospace Inc. con sponsor dell’iniziativa Windsor Locks e ILC Dover.
Centennial Challenges è una serie di iniziative della NASA per la promozione di conoscenze tecniche utili alla "Vision".

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.