Test sul RS-68, futuro propulsore dell’Ares V

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

I tecnici del Marshall Space Flight Center stanno concludendo una campagna di due mesi di test sugli iniettori del futuro RS-68 che spingerà l’enorme Ares V.
Per i test sono stati usati diversi tipi di iniettori in scala che sono stati piazzati orizzontalmente per test di 10-20 secondi in cui venivano iniettati ossigeno e idrogeno liquidi. Si è passati da iniettori a 40 elementi fino ad un massimo di 58 elementi.
I dati raccolti verranno utilizzati anche per la progettazione del J-2X che equipaggerà l’upper stage del Ares I.

E’ stato anche annunciato che i "drop-test" sui paracaduti riprenderanno a Giugno dopo l’interruzione causata dal fallimento dell’ultimo test.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.