Continuano le riparazioni dell’Atlantis mentre si prepara l’ET

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Mentre si ripara l’ET vengono riparate alcune piastrelle leggermente danneggiate durante la grandinata che lo scorso mese ha danneggiato lo Shuttle ormai pronto al lancio sulla rampa.
Sono già state costruite tutte le impalcature intorno all’area di lavoro e nei prossimi 2-3 giorni verrà realizzata una "mappa" dettagliata delle zone da riparare.
Una tappa importante è prevista nel corso della giornata di oggi in cui verrà presa la decisione definitiva sul mantenimento o la sostituzione dell’ET con il prossimo che arriverà al KSC solo ad Aprile.
I danni subiti dall’orbiter sono comunque minimi rispetto a quelli del serbatoio e non ci dovrebbero essere particolari problemi per una veloce riparazione.
Qualche interrogativo è presente ancora per i cablaggi dei sensori ECO dell’ET e per l’impianto idraulico dei SRB, sono comunque problemi minori che non incideranno sulla decisione che si prenderà per la data del lancio.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.