HAKUTO-R è in orbita lunare

Rendering artistico di HAKUTO-R sulla superficie lunare. Credits: ispace

Alle 15:24 di lunedì 20 marzo si è inserito in orbita lunare il lander HAKUTO-R, della giapponese ispace, segnando una tappa fondamentale del suo viaggio verso la superficie del nostro satellite naturale.

La missione

Il veicolo è stato lanciato l’11 dicembre 2022 da un Falcon 9 di SpaceX, che lo ha inserito in un’orbita a bassa energia, rendendo il viaggio particolarmente lungo ma diminuendo drasticamente il carburante necessario al suo completamento. L’ingresso in orbita è la settima delle dieci milestone che la compagnia ha prestabilito per la missione; le prossime consisteranno nel completamento delle manovre di correzione orbitale, nell’atterraggio e infine nell’ingresso in uno stato stabile per cominciare l’attività scientifica.

Dall’azienda che ha costruito e opera il veicolo non ci giungono molte notizie, è stato comunicato solamente che la manovra è stata un successo, ma non siamo in possesso di dati orbitali ufficiali. La missione è andata finora per il meglio, salvo qualche piccolo problema come un leggero surriscaldamento dei sistemi e qualche riavvio del computer di bordo, e gli ingegneri si dicono tranquilli e ottimisti.

Il veicolo proverà verso la fine di aprile il suo atterraggio nel cratere Atlas, sul bordo del Mare Frigoris nel quadrante nordest della faccia della Luna a noi visibile. La compagnia dovrebbe comunicare una data precisa a breve.

A bordo è presente una serie di carichi paganti appartenenti a vari clienti, tra i quali un piccolo rover di nome Radish sviluppato dagli Emirati Arabi Uniti.

Mission 2 e 3

Ispace sta lavorando a una seconda missione, molto simile alla prima, che dovrebbe essere lanciata attorno al 2024, portando un altro set di carichi paganti tra cui un “micro rover” sviluppato dall’azienda stessa.

È prevista anche una terza missione, chiamata appunto “Mission 3”, che consisterà in un altro lander ma di dimensioni molto maggiori e che sarà sviluppato in partnership con Draper, azienda vincitrice del premio NASA per servizio lunare di trasporto commerciale (CLPS) verso il lato del satellite a noi nascosto.

Mentre si prepara per l’atterraggio, ispace è prossima anche a diventare pubblica. La compagnia ha annunciato che il 12 aprile quoterà le sue azioni alla borsa di Tokyo.

Fonte: SpaceNews

  Questo articolo è © 2006-2024 dell'Associazione ISAA, ove non diversamente indicato. Vedi le condizioni di licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Commenti

Discutiamone su ForumAstronautico.it

Luca Busillo

Classe 2006, studente di informatica, scout senza l'uniforme. Redattore in Ein#Radio, inviato e fotoreporter per Young Radio, membro di ATS Science Corporation. Nel tempo libero mi dedico al volontariato e al pianoforte. Frequento ForumAastronautico.it da qualche anno e sono il penultimo arrivato in redazione, dove sono stato calorosamente accolto a ottobre 2022.