Chandrayaan-3 partirà in agosto per la Luna

Il lancio della missione Chandrayaan-2 avvenuto il 22 luglio 2019. Credits: ISRO

Il ministro indiano per la scienza e la tecnologia, Jitendra Singh, ha annunciato lo scorso 2 febbraio che l’India intende lanciare la missione lunare Chandrayaan-3 il prossimo agosto.

Il lander lunare Vikram viene issato per l’integrazione al veicolo principale Chandrayaan-2. Credit: ISRO

Si tratterà del secondo tentativo da parte dell’agenzia spaziale indiana ISRO di far allunare un veicolo spaziale. Ricordiamo il fallimento di Chandrayaan-2 del 2019, quando il suo lander Vikram con a bordo il rover Pragyan si schiantò sulla superficie selenica. La sonda Chandrayaan-2 sta tutt’ora orbitando la Luna e fungerà da ripetitore per il lander e il rover di Chandrayaan-3.

Il rover Pragyan sulla rampa del lander Vikram della sonda lunare Chandrayaan-2. Credits: ISRO

L’india prevedeva di lanciare questa missione nel 2020, ma le problematiche insorte con la pandemia da COVID-19 hanno ritardato le operazioni.

Chandrayaan-3 partirà dal Satish Dhawan Space Center con un vettore Geosynchronous Satellite Launch Vehicle (GSLV) Mark III.

Dopo aver raggiunto la Luna, Chandrayaan-3 tenterà di atterrare a 70,9 gradi a sud dell’equatore, ovvero nella stessa zona selezionata per Chandrayaan-2.

Qualora la missione di Chandrayaan-3 fosse coronata dal successo, l’India diverrebbe la quarta nazione al mondo, dopo Stati Uniti, Russia e Cina, a compiere un atterraggio morbido sulla Luna.

Fonte: Spacenews; ISRO

  Questo articolo è © 2006-2024 dell'Associazione ISAA, ove non diversamente indicato. Vedi le condizioni di licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Commenti

Discutiamone su ForumAstronautico.it

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio, basket e birra artigianale. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' socio dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)