Recensione del libro “NEOWISE La grande cometa del 2020” di Giovanni Bonini

Questo splendido scatto della cometa NEOWISE è stato eseguito il 9 luglio, 2020, dall'astronauta Robert Behnken a bordo della Stazione Spaziale Internazionale – © NASA

L’anno 2020 purtroppo, verrà probabilmente ricordato come un periodo nefasto e luttuoso in tutto il mondo, principalmente a causa della pandemia da COVID-19. Tuttavia, gli astrofili, ma anche il grande pubblico, hanno potuto godere, durante il mese di luglio di uno spettacolo meraviglioso offerto dalla natura: il passaggio della cometa C/2020 F3 NEOWISE, scoperta il 27 marzo 2020 dal satellite della NASA, NEOWISE.

Il libro

Autore: Giovanni Bonini
Sottotitolo: La grande cometa del 2020: come l’abbiamo vista
Formato: 15 × 21 cm
Casa editrice: Editoriale Delfino
Edizione: I edizione luglio 2020
Numero di pagine: 80
Prezzo: € 13,30

Questo prezioso libro, ben lungi dal voler essere un piccolo trattato di astronomia dedicato all’astro chiomato C/2020 F3 NEOWISE, è in realtà un diario redatto con puntigliosità leonardesca, giorno dopo giorno, dell’avvicinamento della cometa al Sole, e dello spettacolo che ne è conseguito durante tutto il mese di luglio.

L’autore ci porta con sé durante le sue uscite osservative sia visuali che fotografiche, prima all’alba e poi al tramonto, giorno dopo giorno, fino al momento clou dell’evento, ovvero l’incontro ravvicinato della cometa con la Terra del 23 luglio, quando l’astro chiomato C/2020 F3 NEOWISE è transitato a un centinaio di milioni di km dal nostro pianeta. Essendo inoltre un eccellente fotografo astronomico, Giovanni Bonini illustra tutte le tecniche e le attrezzature fotografiche da lui impiegate per eseguire i bellissimi scatti fotografici che possiamo ammirare nel suo libro. Gli amanti della fotografia astronomica potranno confrontarsi con le spiegazioni tecniche offerte dall’autore, riuscendo magari a ottenere dei preziosi suggerimenti per migliorare la resa delle proprie riprese fotografiche. Degli utilissimi piccoli box di approfondimento sono stati inseriti fra una pagine e l’altra, per arricchirne i contenuti.

Nella sua prefazione al libro, Andrea Accomazzo, responsabile per le operazioni di volo delle missioni robotiche interplanetarie per l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) presso lo European Space Operation Center (ESOC) di Darmstadt, in Germania, ha giustamente sottolineato la passione di Giovanni Bonini per la natura, che si tratti di oggetti astronomici, delle sue amate piccole Dolomiti o del genere umano. Al sottoscritto preme evidenziare la meticolosità messa in campo dall’autore durante le sue osservazioni, la sua lotta contro l’inquinamento luminoso e la sua passione per la divulgazione scientifica.

Nel suo piccolo, la redazione di AstronautiNEWS fa suoi alcuni concetti espressi da Bonini nella conclusione della sua opera:

La divulgazione scientifica dovrebbe essere affidata a personale qualificato e preparato, riportando le competenze, tecniche e trasversali, al centro dell’attenzione. In un’epoca in cui siamo schiacciati da una quantità smisurata di dati e informazioni, bisognerebbe puntare di più sulla qualità, anche a scapito di aspetti quantitativi: meglio poco, ma comunicato come si conviene, che scrivere cose senza senso, a cui poi la gente crede.

Infine, nel quarto e ultimo capitolo vengono ospitate le immagini mozzafiato dell’astro chiomato C/2020 F3 NEOWISE, realizzate da alcuni fra i più bravi fotografi astronomici al mondo.

L’autore

Giovanni Bonini, ingegnere gestionale, Temporary Manager, Change and Project Manager; ha diretto anche un progetto presso l’ESOC di Darmstadt in Germania, si occupa di comete dal 1987 ed è autore di oltre 200 opere di divulgazione scientifica e tecnica. Cura la rubrica L’angolo delle comete per il mensile di informazioni astronomiche e spaziali Nuovo Orione e ha recentemente pubblicato altri due libri: EXITING from the crisis (Ed. L’Onda) e COVID-19. 16 passi per uscire dalla crisi (Ed. Delfino).

  © 2006-2020 Associazione ISAA - Alcuni diritti sono riservati.

Approfondisci su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)