Non sarà un razzo Vega a lanciare il satellite Falcon Eye 2

Arianespace ha annunciato che, contrariamente a quanto previsto, il satellite Falcon Eye 2 degli Emirati Arabi Uniti verrà lanciato a marzo con un razzo Sojuz anziché con un Vega.

Lo stato degli Emirati Arabi Uniti, committente del satellite, non poteva attendere il ritorno al volo del razzo europeo e per questo motivo Arianespace e Airbus Defence hanno deciso il cambio di vettore. I programmi originari prevedevano il lancio di Falcon Eye 1 a luglio 2019 e di Falcon Eye 2 a novembre 2020, entrambi con un Vega.

I voli di Vega erano stati sospesi a causa del fallimento dello scorso luglio quando, due minuti dopo il decollo, il razzo era precipitato nell’oceano Atlantico. Il razzo avrebbe dovuto immettere in orbita Falcon Eye 1.

Jeremy Close, portavoce di Airbus, ha confermato lo scorso 10 gennaio il cambio di vettore con la motivazione che la scelta di un Sojuz era prevista dal contratto e non è dipesa dalla diffidenza del cliente nei confronti del razzo Vega. Falcon-Eye è stato progettato per essere compatibile sia con i razzi Vega che con i razzi Sojuz, ma per anticipare l’immissione in orbita del satellite è stato deciso che Falcon Eye 2 sarà lanciato da un Sojuz.

Falcon Eye 2 è identico a Falcon Eye 1. Pesante circa 1200 kg e dotato di un payload progettato per l’osservazione ottica della Terra, il satellite verrà utilizzato sia per applicazioni militari che commerciali. Il ritorno al volo di Vega, invece, avverrà prossimamente, con la missione Small Spacecraft Mission Service (SSMS) che vedrà il lancio di 42 piccoli satelliti. Il cambio di vettore, da Vega a Sojuz, ha permesso a Falcon Eye 2 di anticipare la data del lancio di almeno un paio di mesi.

La missione Falcon Eye 2 sarà il primo lancio dell’anno di un Sojuz dallo spazioporto europeo nella Guiana Francese. Quest’anno Arianespace ha in programma 12 lanci Sojuz: Falcon Eye 2, il satellite CSO-2 dell’esercito francese e 10 lanci commissionati dalla startup OneWeb, che ha in fase di avvio un progetto concorrente dello Starlink di SpaceX, ma il 2020 dovrebbe essere un anno da record per la società europea visto che sono stati pianificati 22 lanci, ovvero cinque Ariane 5, dodici Soyuz, due Vega, due Vega C e il volo inaugurale dell’Ariane 6.

Fonte: Arianespace

  Copyright Associazione ISAA 2006-2020 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Discutine con noi su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.