ISS Weekly Status Report – 37.2017

ISS, Shuttle, Soyuz ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

22 dicembre

Human Research Program (HRP) Collections – Cell-Free Epigenome
con l’assistenza di un collega che ha agito in qualità di operatore, un membro della equipaggio della Soyuz 53S ha effettuato un prelievo di sangue a supporto dell’indagine Cell Free Epigenome. I campioni di sangue, dopo essere stati trattati in centrifuga, sono stati stivati per la conservazione all’interno di un Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI). Questo studio analizza i geni cellulari presenti nei campioni di sangue. Il sangue trasporta i segnali molecolari rilasciati dalle cellule all’interno del corpo. I risultati diranno come funziona il corpo umano durante il volo spaziale.

Cell Science Validation Bag Change Out Operations
L’equipaggio ha sostituito i contenitori e le sacche del Bioculture System Cassette, poste all’interno di MSG, con sacchetti di raccolta e contenitori prelevati da una zona di stivaggio ambientale. Nel corso di questo volo verrà testato questo strumento per verificare la validità nella conservazione delle colture cellulari per lunghi periodi di tempo. Nel complesso, la validazione delle prestazioni di un sistema di biocultura in microgravità è un passo fondamentale per assicurare il successo dei futuri esperimenti di bioscienza spaziale che saranno condotti sulla ISS utilizzando questa struttura.

Fluids Integrated Rack (FIR) Light Microscopy Module (LMM) Wide-field Camera Power/Data Cable Swap
L’equipaggio ha sostituito oggi il cavo di alimentazione danneggiato della LMM Wide-field Camera con uno nuovo giunto sulla ISS a bordo del cargo Dragon della missione SpaceX-13. La LMM wide-field camera è una delle due telecamere che fanno parte della nuova configurazione del microscopio. Il Light Microscopy Module (LMM) consente la ricerca dei fenomeni microscopici in microgravità, con la capacità di acquisire ed inviare immagini e video digitali ad elevati livelli di ingrandimento. Il modo in cui la materia è organizzata e si muove a livello microscopico incide profondamente il mondo macroscopico, ed una comprensione di tali processi aiuterà gli scienziati e gli ingegneri a costruire materiali e macchine più efficienti, sia per gli ambienti terrestri che per quelli spaziali.

JEM Camera Robot
Oggi l’equipaggio ha attivato il JEM Camera Robot per registrare un video mentre venivano svolte alcune attività all’interno del modulo. Questo dispositivo è una fotocamera in volo libero in grado di inviare a Terra video e fotografie in tempo reale. Questo strumento permetterà di ridurre sensibilmente l’apporto umano alle riprese in tempo reale effettuate sulla ISS, risolvendo anche il problema di coprire le zone cieche non inquadrate delle videocamere del JEM.

APEX-05 Operations
L’equipaggio ha fotografato le quattro piastre di Petri di riserva poste sull’Advanced Biology Research Facility (ABRS) che si trova all’interno della Maintenance Work Area. Quando le piante sono coltivate sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) non sembrano avere abbastanza aria e, di conseguenza, evidenziano questo stress con una risposta contenuta nei loro geni e proteine. L’esperimento Hypoxic/ROS Signaling (APEX-05) intende osservare diverse varietà selvatiche e mutanti di Arabidopsis Thaliana, al fine di comprendere come funzionano nello spazio i loro sistemi genetici e molecolari in risposta allo stress. Le piante, dopo aver germinato, crescono nell’impianto di crescita vegetale Veggie a bordo della ISS, dopodiché vengono congelate ed inviate a Terra per analisi di laboratorio dettagliate.

Earth Imagery from ISS Target Operations
Utilizzando la telecamera RED, l’equipaggio ha effettuato alcune riprese video della penisola iberica e del fiume Nilo. Lo studio Earth Imagery from ISS fornirà una serie di video che mostreranno la Terra osservata dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Common Berthing Mechanism (CBM) Node 2 Nadir Bolt Inspection
Durante le recenti attività di attracco e rilascio, uno dei bulloni che fissa in sicurezza un veicolo in visita al Node 2 Nadir Port ha mostrato carichi anomali. Oggi, l’equipaggio ha ispezionato e fotografato questo bullone per valutarne la possibile sostituzione. I bulloni CBM sono accessibili solo dall’interno del volume abitabile quando un veicolo è ormeggiato a quella particolare porta, quindi questo compito può essere eseguito durante il periodo di ancoraggio del cargo Dragon. Gli specialisti a Terra, dopo aver valutato le immagini ricevute, hanno preso la decisione di sostituire il bullone. La sostituzione verrà effettuata settimana prossima.

Intermodule Ventilation (IMV) Flow Measurements
Oggi l’equipaggio ha effettuato alcune misurazioni del flusso d’aria di fronte alla griglia di ingresso dell’Oxygen Generator System (OGS) Avionics Air Assembly (AAA) ed in altre sezioni USOS della ISS. Per convalidare il flusso sono stati utilizzati un Velocicalc scaduto ed un Velocicalc nuovo appena calibrato.

Dragon LiOH Removal
L’equipaggio ha rimosso il sacchetto di filtraggio all’idrossido di litio (LiOH) posto all’interno del cargo Dragon. Questo filtrante ha permesso la rimozione della CO2 nel trasporto di cavie vive.

Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Operations
Ieri, dopo un’attenta valutazione che ha visto l’analisi di immagini e l’esecuzione di alcuni test, i Ground team hanno autorizzato SSRMS alla ripresa delle operazioni. La rimozione del Dragon Trunk ed i posizionamenti all’esterno della ISS inizieranno la prossima settimana come pianificato.

 

25 dicembre

APEX-05 Operations
Nel corso del fine settimana, l’equipaggio ha fotografato tutte le piastre di Petri, sia le venti poste all’interno della struttura Veggie che le quattro di riserva. Oggi l’equipaggio ha scattato altre immagini delle quattro piastre di Petri di riserva. Quando le piante sono coltivate sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) non sembrano avere abbastanza aria e, di conseguenza, evidenziano questo stress con una risposta contenuta nei loro geni e proteine. L’esperimento Hypoxic/ROS Signaling (APEX-05) intende osservare diverse varietà selvatiche e mutanti di Arabidopsis Thaliana, al fine di comprendere come funzionano nello spazio i loro sistemi genetici e molecolari in risposta allo stress. Le piante, dopo aver germinato, crescono nell’impianto di crescita vegetale Veggie a bordo della ISS, dopodiché vengono congelate ed inviate a Terra per analisi di laboratorio dettagliate.

Space Headaches
Due membri dell’equipaggio della Soyuz 53S hanno compilato un nuovo questionario quotidiano dell’esperimento Space Headaches dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio nel corso di una missione spaziale.

Synthetic Bone BioCell Operations
Utilizzando lo schermo del laptop di MSG come soluzione alternativa per il monitor video, l’equipaggio ha completato con successo l’osservazione delle Synthetic Bone Biocell dell’Habitat B. L’equipaggio ha inoltre effettuato lo sostituzione dei campioni dell’Habitat C. Synthetic Bone utilizza i BioCell Habitat A, B e C. I BioCell Habitat saranno utilizzati per collaudare la funzionalità e l’efficacia di un nuovo materiale che potrebbe migliorare il recupero di lesioni ossee o lavori dentali durante i viaggi spaziali di lunga durata. Determinare quanto bene la Tetranite si integri con le colture di cellule ossee potrebbe essere utile anche nello studio di nuove strategie generali per affrontare la decalcificazione ossea nello spazio. Synthetic Bone esamina la risposta cellulare di un nuovo tipo di adesivo osseo in microgravità. Questo esperimento utilizza le strutture a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per far crescere le cellule ossee in presenza di un adesivo osseo disponibile in commercio ed un nuovo prodotto chiamato Tetranite. Le colture cellulari crescono con i diversi adesivi per 20 giorni, dopodiché verranno congelate ed inviate a Terra per un’analisi dettagliata.

Dragon Cargo Transfer
Oggi l’equipaggio ha completato le operazioni di scarico delle merci da Dragon, ad eccezione di alcune postazioni che contengono elementi non immediatamente necessari e che saranno prelevati in un secondo momento. Nei prossimi giorni, l’equipaggio inizierà ad imballare e caricare su Dragon tutto quanto dovrà essere inviato a Terra.

 

26 dicembre

Rodent Research 6 (RR-6)
L’equipaggio ha trasferito i topi per poter effettuare la pulizia ed il rifornimento di cibo in tutti gli habitat. Lo scopo della missione Rodent Research-6 (RR-6) è lo studio di sistemi di rilascio di farmaci studiato per combattere l’atrofia muscolare dei topi in microgravità. RR-6 include diversi gruppi di topi trattati selettivamente con un placebo o con un chip di rilascio di farmaci a nanocanali impiantato sottopelle.

Amyloid Sample Transfer
Per predisporre le attività di incubazione in programma domani, oggi sono stati trasferiti quattro campioni Amyloid dal -95 gradi Celsius Dewar of the Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI) al +2 gradi Celsius del Dewar di MELFI. Le fibre amiloidi, coltivate in microgravità a bordo della ISS, vengono inviate a Terra per le analisi spettroscopiche e per la risonanza magnetica nucleare (NMR) e microscopica. Le fibre amiloidi sono aggregati di peptidi o proteine ​​note per essere associate a varie malattie, tra cui l’Alzheimer ed il diabete. Si ritiene che questo studio fornirà ulteriori informazioni sui meccanismi di formazione di tale sostanza.

Cell Science Validation Bag Change-Out Operations
L’equipaggio ha sostituito i contenitori e le sacche del Bioculture System Cassette, poste all’interno di MSG, con sacchetti di raccolta e contenitori prelevati da una zona di stivaggio ambientale. Nel corso di questo volo verrà testato questo strumento per verificare la validità nella conservazione delle colture cellulari per lunghi periodi di tempo. Nel complesso, la validazione delle prestazioni di un sistema di biocultura in microgravità è un passo fondamentale per assicurare il successo dei futuri esperimenti di bioscienza spaziale che saranno condotti sulla ISS utilizzando questa struttura.

Space Test Program – H5 (STP-H5) Innovative Coatings Experiment (ICE)
L’equipaggio ha fotografato dalle finestre di Cupola e del Japanese Experiment Module (JEM) le strisce di materiale ICE (Innovative Coatings Experiment) poste su STP-H5. Le radiazioni e le temperature estreme dello spazio possono corrodere o danneggiare le vernici ed i rivestimenti esterni dei veicoli spaziali. I rivestimenti ottici sono importanti anche come ausilio visivo alla navigazione sia per gli umani che per i robot. La ricerca STP-H5 ICE studia nuovi rivestimenti da utilizzare sui veicoli spaziali in orbita, analizzando la loro stabilità nel tempo dopo un’esposizione di 2 anni allo spazio aperto.

Earth Imagery from ISS Target Operations
Utilizzando la telecamera RED, l’equipaggio ha effettuato alcune riprese video dell’Italia e del delta del fiume Nilo. Lo studio Earth Imagery from ISS fornirà una serie di video che mostreranno la Terra osservata dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

NanoRacks External Platform (NREP)-3
L’equipaggio ha pressurizzato il Japanese Experiment Module Airlock (JEMAL) ed ha effettuato un controllo perdite in preparazione della ritrazione della Slide Table e di (NREP)-3 all’interno del JEM. Il Cavalier Space Processor, un sensore passivo remoto dotato di propria capacità di elaborazione, sarà installato su NREP-3 settimana prossima. NREP è il primo payload commerciale progettato per la sperimentazione scientifica all’esterno della ISS.

Node 3 Waste and Hygiene Compartment (WHC) Maintenance
L’equipaggio ha sostituito il recipiente ed i filtri del Waste and Hygiene Compartment (WHC). Questa è una attività di manutenzione ordinaria svolta periodicamente dall’equipaggio.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Questo pomeriggio, i Ground Controller trasferiranno il Mobile Transporter (MT) dal WorkSite 4 (WS4) al WorkSite 6 (WS6) in preparazione delle attività con il cargo Dragon in programma tra qualche giorno. Verrà estratto lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) per prelevare il Total & Spectral solar Irradiance Sensor (TSIS) dal Dragon trunk. Questa attività permetterà il controllo della Dragon Trunk Camera.

 

27 dicembre

67 Progress (67P) Undock
E’ programmato per questa sera alle ore 19:03 CST il distacco della Progress 67P dal Service Module (SM) Aft Port.

Arthrospira-B (Batch Culture) Assembly
Sono stati rimossi da Biolab quattro Experiment Container (EU) per poter accedere e sostituire i serbatoi posti all’interno di Biolab. Al termine della sostituzione, i quattro EC sono stati ripristinati all’interno del Biolab Incubator. L’esperimento Arthrospira B è un passo importante per apportare miglioramenti nell’area dei sistemi di supporto vitale rigenerativo che contribuiranno a rendere possibili le future missioni di esplorazione umana oltre la bassa orbita terrestre (LEO – Low Earth Orbit). Il cianobatterio Arthrospira sp. ceppo PCC8005, utilizzato nei sistemi di supporto biologico dei veicoli spaziali, è un candidato ideale per la rimozione della CO2 e dei nitrati e per la produzione di ossigeno e biomassa, tuttavia, per garantire l’affidabilità di un tale sistema biologico di supporto è necessario caratterizzare la risposta di Arthrospira sp. PCC8005 in condizioni di volo spaziale.

Space Technology and Advanced Research Systems (STaARS) BioScience-2 Experiment Container (EC) Transfers
Dopo essere stato stivato all’interno dello Space Technology and Advanced Research Systems (STaARS) per oltre 170 ore a 25 gradi Celsius, l’equipaggio ha trasferito gli Experiment Container di STaARS BioScience-2 in Glacier ad una temperatura di 4 gradi Celsius. BioScience-2 comprende due esperimenti, Experiment Grimm e Esperimento Ulrich, che viene eseguito da tre squadre investigative, tutte utilizzando lo stesso hardware, ma elaborando diversi campioni biologici. Lo scopo principale di Experiment Grimm è quello di indagare su come le cellule di carcinoma tiroideo reagiscono, quando sono esposte a una reale microgravità. Le informazioni attese possono aiutare a migliorare gli studi sul cancro in vitro come i test antitumorali o di migrazione transendoteliale. Esperimento Ulrich studierà le alterazioni a lungo termine associate alla microgravità nei macrofagi umani primari, le più importanti cellule effettrici del sistema immunitario, responsabili di attaccare e uccidere i batteri e altri intrusi estranei e patogeni nel corpo umano. Lo scopo dell’esperimento è analizzare le molecole di superficie, che sono necessarie per il riconoscimento dei batteri e della comunicazione cellula-cellula, e per indagare l’architettura citoscheletrica dopo diversi giorni in microgravità.

Amyloid Sample Transfer
I campioni Amyloid sono stati prelevati dal +2 gradi Celsius Dewar di MELFI per essere sistemati nell’unità di misurazione dell’esperimento, collegata al Cell Biology Experiment Facility (CBEF), e lì lasciati in incubazione per 6 ore. Trascorse le 6 ore, le unità dell’esperimento sono state scollegate dal CBEF ed i campioni sono stati stivati furono rimossi e riposti in MELFI a -95 gradi Celsius. Le fibre amiloidi, coltivate in microgravità a bordo della ISS, vengono inviate a Terra per ls analisi spettroscopiche e per la risonanza magnetica nucleare (NMR) e microscopica. Le fibre amiloidi sono aggregati di peptidi o proteine ​​note per essere associate a varie malattie, tra cui l’Alzheimer ed il diabete. Si ritiene che questo studio fornirà ulteriori informazioni sui meccanismi di formazione di tale sostanza.

Human Research Program (HRP) Collections (Biochemical Profile, Repository)
Oggi un membro dell’equipaggio della Soyuz 53S, giunto al traguardo del Flight Day 15 (FD15), ha raccolto campioni di urina a supporto degli esperimenti Biochemical Profile e Repository. I campioni raccolti sono stati stivati nel Minus Eighty Degree Laboratory Freezer for ISS (MELFI).

– Biochem Profile. I campioni di sangue e di urina prelevati dagli astronauti prima, durante e dopo la conclusione della missione spaziale, sono utilizzati per valutare lo stato di salute di un astronauta, rilevando i biomarcatori chiave presenti in questi fluidi. Questa indagine, che ha inizio nel periodo di pre-volo dell’astronauta, prosegue durante la permanenza nello spazio per poi terminare con ulteriori esami nel periodo post-volo, ha come scopo il determinare se le alterazioni del sistema immunitario indotte dal volo spaziale possono aumentare la suscettibilità di infezione o rappresentare un rischio sanitario significativo per i membri dell’equipaggio a bordo della ISS.
– Repository è un contenitore speciale capace di conservare per lunghi periodi di tempo campioni biologici in condizioni ben controllate. Questi campioni rimarranno conservati come risorsa per la futura ricerca connessa al volo spaziale.

Microbial Tracking-2
Durante il fine settimana ed oggi, un membro dell’equipaggio della Soyuz 52S ha raccolto campioni di saliva a supporto dell’indagine Microbial Tracking-2. Microbial Tracking-2 intende tracciare, nel corso di una ricerca della durata di un anno, i diversi tipi di microbi presenti sulla ISS attraverso una serie di campionamenti di superfici, atmosfera della ISS e saliva degli astronauti. I campioni raccolti vengono inviati a Terra per le analisi molecolari (DNA ed RNA) per identificare i tipi di microbi e per studiare come la flora microbica si modifica nel tempo.

APEX-05 Operations
L’equipaggio ha scattato alcune fotografie delle piastre di Petri di riserva. Quando le piante sono coltivate sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) non sembrano avere abbastanza aria e, di conseguenza, evidenziano questo stress con una risposta contenuta nei loro geni e proteine. L’esperimento Hypoxic/ROS Signaling (APEX-05) intende osservare diverse varietà selvatiche e mutanti di Arabidopsis Thaliana, al fine di comprendere come funzionano nello spazio i loro sistemi genetici e molecolari in risposta allo stress. Le piante, dopo aver germinato, crescono nell’impianto di crescita vegetale Veggie a bordo della ISS, dopodiché vengono congelate ed inviate a Terra per analisi di laboratorio dettagliate.

Radiation Dosimetry Inside ISS-Neutron (RaDI-N)
L’equipaggio USOS ha ricevuto da un membro dell’equipaggio russo 8 rilevatori Bubble Space da distribuire in vari moduli della ISS. L’obiettivo dell’esperimento Radi-N2 della Canadian Space Agency (CSA) è quello di caratterizzare la radiazione di neutroni sulla ISS. I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

Earth Imagery from ISS Target Operations
Utilizzando la telecamera RED, l’equipaggio ha effettuato alcune riprese video delle insenature del fiume Nuova Guinea. Lo studio Earth Imagery from ISS fornirà una serie di video che mostreranno la Terra osservata dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Japanese Experiment Module (JEM) Camera Robot Activation
Oggi l’equipaggio ha trasferito il JEM Camera Robot Target Marker. E’ stata inoltre attivato il JEM Camera Robot e impostato la posizione nel JEM prima di riprendere alcuni video utilizzando la telecamera.

Japanese Pressurized Module (JPM) Gas Trap Manual Valves Reconfiguration
L’equipaggio ha predisposto il Thermal Control Assembly Low Temperature Loop (TCA L) Gas Trap Manual Valves ed attivato i riscaldatori per le attività Gas Trap.

Dragon Cargo Transfer
L’equipaggio ha completato oggi le operazioni di carico pianificate. Nei prossimi giorni, l’equipaggio continuerà a caricare le merci che verranno man mano disponibli per l’invio a Terra.

 

28 dicembre

67 Progress (67P) Undock
La Progress 67P si è staccata alle ore 19:03 CST di mercoledì sera dal Service Module (SM) Aft Port. Il deorbit burn, ovvero l’accensione dei propulsori per avviare la fase ri rientro in atmosfera, è stato completato alle ore 22:10 CST.

Spaceflight-induced Hypoxic/ROS Signaling (APEX-05)
L’equipaggio ha effettuato il raccolto dalle piante in crescita su tutte le 20 piastre di Petri poste all’interno dell’impianto Veggie. Sono state scattate fotografie di ogni piastra per documentare lo stato della crescita delle piante. L’esperimento Hypoxic/ROS Signaling (APEX-05) intende osservare diverse varietà selvatiche e mutanti di Arabidopsis Thaliana, al fine di comprendere come funzionano nello spazio i loro sistemi genetici e molecolari in risposta allo stress. Le piante, dopo aver germinato, crescono nell’impianto di crescita vegetale Veggie a bordo della ISS, dopodichè vengono congelate ed inviate a Terra per le dettagliate analisi di laboratorio.

Amyloid
L’equipaggio ha recuperato il secondo set di campioni Amyloid dalla Cell Biology Experiment Facility (CBEF) per stivarli all’interno del Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI). Le fibre amiloidi, coltivate in microgravità a bordo della ISS, vengono inviate a Terra per ls analisi spettroscopiche e per la risonanza magnetica nucleare (NMR) e microscopica. Le fibre amiloidi sono aggregati di peptidi o proteine ​​note per essere associate a varie malattie, tra cui l’Alzheimer ed il diabete. Si ritiene che questo studio fornirà ulteriori informazioni sui meccanismi di formazione di tale sostanza.

MagVector
L’equipaggio ha predisposto un cavo per trasferire i dati della sessione #15 dell’esperimento MagVector, conclusa oggi. L’indagine MagVector dell’Agenzia spaziale europea (ESA) studia come il campo magnetico terrestre interagisce con un conduttore elettrico. Utilizzando sensori magnetici estremamente sensibili posti intorno e al di sopra di un conduttore, i ricercatori possono ottenere informazioni sui modi in cui il campo magnetico influenza il modo in cui i conduttori funzionano. Questa ricerca non solo aiuta a migliorare i futuri esperimenti della Stazione Spaziale Internazionale e gli esperimenti elettrici, ma potrebbe offrire intuizioni su come i campi magnetici influenzano i conduttori elettrici in generale, la spina dorsale della nostra tecnologia.

Earth Imagery from ISS Target Operations
Utilizzando la telecamera RED, l’equipaggio ha effettuato alcune riprese video del deserto australiano. Lo studio Earth Imagery from ISS fornirà una serie di video che mostreranno la Terra osservata dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Extravehicular Mobility Unit (EMU) Swap and Commercial Resupply Services (CRS)-2 Feasibility Assessment
L’equipaggio effettuerà un ripasso del piano di sostituzione delle EMU. L’EMU 3004, giunta sulla ISS a bordo del cargo Dragon e contenuta nel Short EMU (SEMU) Launch Enclosure (SLE), sostituirà la EMU 3010 che verrà inviata a Terra. L’equipaggio trasferirà l’SLE contenente la EMU 3004 nel Nodo 1 per poter scambiare il Vent Port ed il Battery Connector Covers tra la EMU 3004 e la 3010. L’SLE verrà installato in Dragon, dopodiché la EMU 3010 verrà posta al suo interno. Il boccaporto di accesso a CRS-2 dal Node 1 è troppo piccolo per consentire il trasferimento di SLE nel Node 1, pertanto la rotazione delle EMU dovrà essere effettuata transitando dal portello di accesso a CRS-2 dal cargo Dragon.

Simplified Aid for Extravehicular Activity (EVA) Rescue (SAFER) Swap
SAFER 1016 è scauto. SAFER 1018, appena giunto sulla ISS a bordo del cargo Dragon, verrà disimballato ed attivato al posto di SAFER 1016. SAFER 1016 verrà imballato ed inviato a Terra con il cargo Dragon.

Node 2 Nadir Common Berthing Mechanism (CBM) Bolt R&R
L’equipaggio ha rimosso il CBM Powered Bolt 1-3 guasto posto sul Node 2 Nadir Bulkhead.

 

29 dicembre

Synthetic Bone BioCell Operations
L’equipaggio ha completato le osservazioni al microscopio, quindi ha prelevato un campione da ciascun Synthetic Bone Multiwell BioCell e sostituito i fluidi di ciascun contenitore. Al termine, i campioni sono stati posti all’interno del Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI). I BioCell Habitat saranno utilizzati per collaudare la funzionalità e l’efficacia di un nuovo materiale che potrebbe migliorare il recupero di lesioni ossee o lavori dentali durante i viaggi spaziali di lunga durata. Determinare quanto bene la Tetranite si integri con le colture di cellule ossee potrebbe essere utile anche nello studio di nuove strategie generali per affrontare la decalcificazione ossea nello spazio. Synthetic Bone esamina la risposta cellulare di un nuovo tipo di adesivo osseo in microgravità. Questo esperimento utilizza le strutture a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per far crescere le cellule ossee in presenza di un adesivo osseo disponibile in commercio ed un nuovo prodotto chiamato Tetranite. Le colture cellulari crescono con i diversi adesivi per 20 giorni, dopodiché verranno congelate ed inviate a Terra per un’analisi dettagliata.

Biological Research In Canisters Light Emitting Diode (BRIC-LED)
L’equipaggio ha attivato i contenitori BRIC-LED-001. L’indagine BRIC-LED-001 valuta l’utilizzo dei diodi ad emissione luminosa come fonte di luce nella coltivazione di piante in un sistema chiuso all’interno del Biological Research In Canisters (BRIC). Le piante di Arabidopsis thaliana verranno coltivate per 10 giorni a bordo della ISS a temperatura ambiente, con la luce fornita da questa nuova fonte di illuminazione.

Microbial Tracking-2 (MT-2)
Un membro dell’equipaggio ha raccolto campioni di saliva a supporto dell’indagine Microbial Tracking-2. Microbial Tracking-2 intende tracciare, nel corso di una ricerca della durata di un anno, i diversi tipi di microbi presenti sulla ISS attraverso una serie di campionamenti di superfici, atmosfera della ISS e saliva degli astronauti. I campioni raccolti vengono inviati a Terra per le analisi molecolari (DNA ed RNA) per identificare i tipi di microbi e per studiare come la flora microbica si modifica nel tempo.

Marrow
Appena sveglio, un membro dell’equipaggio ha raccolto campioni del proprio respiro e dell’atmosfera della ISS per soddisfare i requisiti dell’esperimento Marrow. Marrow, esperimento della Canadian Space Agency (CSA), esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.

Earth Imagery from ISS Target (EIISS)
L’equipaggio ha effettuato alcune riprese video dell’India, dell’Himalaya e dell’altopiano Tibetano, dell’Italia e del delta del Nilo. Lo studio Earth Imagery from ISS fornirà una serie di video che mostreranno la Terra osservata dallo spazio. Questi video saranno acquisiti con le telecamere ad altissima risoluzione (6K) della Stazione Spaziale Internazionale e successivamente distribuiti gratuitamente al pubblico.

Space Headaches
Due membri dell’equipaggio della Soyuz 53S hanno compilato un nuovo questionario quotidiano dell’esperimento Space Headaches dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio nel corso di una missione spaziale.

Dragon External Cargo Operations
Durante la notte, i Robotic Ground Controller hanno attivato il Mobile Servicing System (MSS) e riconfigurato lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) Orbital Replaceable Unit (ORU) Tool Changeout Mechanism 1 (OTCM1) per afferrare e ruotare l’SPDM Enhanced ORU Temporary Platform (EOTP). Successivamente SPDM e lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) sono stati utilizzati per afferrare ed estrarre il Total & Spectral solar Irradiance Sensor (TSIS) payload dal Dragon Trunk per installarlo sull’SPDM EOTP.

Ammonia Measurement Kits (AMK) Chip Changeout
Il funzionamento dei chip del sistema di rilevazione dell’ammoniaca – Ammonia Measurement Kits (AMK) – è garantito fino alla fine dell’anno. L’equipaggio ha sostituito questi chip in entrambi i kit con i nuovi, arrivati ​sulla ISS a bordo del cargo Cygnus della missione Orbital ATK 8 (OA-8).

SpaceX 13 (SpX-13) Dragon Cargo Ops
L’equipaggio ha continuato l’imballaggio degli oggetti che verranno inviati a Terra a bordo del cargo Dragon. Ad oggi, sono state totalizzate circa 31 ore di lavoro. Il ritorno a Terra di Dragon è previsto per il 13 gennaio 2018.

53 Soyuz (53S) Unpack
L’equipaggio ha concluso lo scarico e lo stivaggio di tutte le merci USOS (United States On-orbit Segment) giunte sulla ISS a bordo della Soyuz 53S.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

https://www.forumastronautico.it/index.php?topic=27545.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.