ISS Weekly Status Report – 20.2016

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

5 luglio

62 Progress (62P) Undock
La Progress 62P si è sganciata dal Nadir Port del Docking Compartment (DC) 1 sabato sera alle ore 22:48 CDT. Il deorbit burn ha avuto luogo alle ore 02:03 CDT di domenica, seguito poco dopo dal rientro distruttivo in atmosfera.

3D Printing in Zero-G Experiment Operations
Proseguendo le attività iniziate settimana scorsa, oggi gli specialisti a Terra hanno attivato da remoto la stampante per produrre due nuovi campioni di test, che l’equipaggio ha successivamente rimosso e stivato. L’esperimento 3D Printing In Zero-G intende dimostrare il funzionamento di una stampante 3D nello spazio. In generale, una stampante 3D estrude flussi di plastica riscaldata, metallo o altro materiale, uno strato sull’altro, per giungere alla creazione di modelli tridimensionali. La stampante 3D può essere utilizzata per la fabbricazione di pezzi di plastica di piccole dimensioni da utilizzare per una varietà di compiti. I risultati di questo esperimento potrebbero aprire la strada, in futuro, all’installazione di una stampante 3-D full-size a bordo della ISS.

Mouse Epigenetics Setup Operations
Prima di predisporre il payload Mouse Epigenetics al ritorno a Terra con il cargo della missione SpaceX, l’equipaggio ha configurato il computer portatile del Multi-Purpose Small Payload Rack (MSPR) e pulito l’interno della Cell Biology Experiment Facility (CBEF) micro-gravity e l’1G Incubator Units (IUs). Successivamente è stata installata la Mouse Habitat Unit (MHU) Interface Units all’interno del CBEF. L’obiettivo dell’esperimento Mouse Epigenetics è aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’impatto e gli effetti a lungo termine del volo spaziale sulla attività genetica, dai cambiamenti nell’espressione genica nei singoli organi al mutamento del DNA.

Water Processing Assembly (WPA)
Domenica scorsa, la Water Processing Assembly (WPA) si è spenta nel corso di una lavorazione a causa di un guasto all’Independent Shutdown Monitor (ISM). I ripetuti tentativi effettuati per abbassare la conduttività del distillato hanno provocato il guasto all’ISM. Questo guasto si è presentato due volte nelle ultime 6 settimane ed in entrambi sono stati causati da un aumento del differenziale di pressione – delta pressure (dP) – che attraversa la Microbial Check Valve (MCV). Il Flight Investigation Team (FIT) si riunirà oggi per discutere come risolvere il problema.

Node 2 (N2) Common Cabin Air Assembly (CCAA) Inlet Fan
Il 5 giugno, la ventola di aspirazione dell’N2 CCAA si era bloccata a causa di un anomalo assorbimento di corrente. Il guasto è stato attribuito ad una maggiore resistenza meccanica alla rotazione. La ventola è stata riavviata e l’assorbimento elettrico appare diminuito. L’analisi dei log di sistema ha indicato un lento e progressivo incremento di assorbimento elettrico nei giorni precedenti il guasto. Le letture attuali mostrano lo stesso incremento che, se confermato, potrà portare ad un nuovo blocco nell’arco dei prossimi 4-6 giorni. Nel corso del fine settimana, l’assorbimento di corrente è sceso a valori nominali, così il piano che prevedeva la sostituzione della ventola, è stato momentaneamente accantonato. Una maggior resistenza sui componenti rotanti della ventola è probabilmente indice di usura dei cuscinetti. Il fatto che l’assorbimento elettrico sia tornato a valori nominali indica che la ventola ha superato le interferenze meccaniche che avevano provocato un assorbimento più elevato.

Extravehicular Activity (EVA) Battery Maintenance
L’equipaggio ha avviato la ricarica delle Rechargeable EVA Battery Assembly (REBA), delle batterie dei Pistol Grip Tool (PGT) e di tutte le batterie contenute nel Battery Stowage Assembly (BSA) ricaricate con il Battery Charger Assembly (BCA). La ricarica si concluderà venerdì.

Systems Operations Data File (SODF) Updates
l’equipaggio ha aggiornato la documentazione delle procedure di emergenza, sostituendo le schede obsolete con le nuove appena stampate.

 

6 luglio

47 Soyuz (47S) Launch
La Soyuz 47S è stata lanciata con successo alle ore 20:36 CDT dal cosmodromo di Baikonur con a bordo i membri della Expedition 48: Anatoly Ivanishin, Takuya Onishi e Kate Rubins. Il docking alla ISS è in programma per venerdì alle ore 23:12 CDT. Con l’arrivo di questo equipaggio, la ISS tornerà ad essere occupata da 6 astronauti fino al 6 settembre, data in cui è previsto il ritorno a Terra dell’equipaggio della Soyuz 46S.

3D Printing in Zero-G Experiment Operations
Gli specialisti a Terra hanno attivato da remoto la stampante per produrre tre nuovi campioni di test, che l’equipaggio ha successivamente rimosso e stivato. L’esperimento 3D Printing In Zero-G intende dimostrare il funzionamento di una stampante 3D nello spazio. In generale, una stampante 3D estrude flussi di plastica riscaldata, metallo o altro materiale, uno strato sull’altro, per giungere alla creazione di modelli tridimensionali. La stampante 3D può essere utilizzata per la fabbricazione di pezzi di plastica di piccole dimensioni da utilizzare per una varietà di compiti. I risultati di questo esperimento potrebbero aprire la strada, in futuro, all’installazione di una stampante 3-D full-size a bordo della ISS.

Radiation Dosimetry Inside ISS-Neutron (RaDI-N)
Dopo aver ricevuto da un membro russo dell’equipaggio i rilevatori a bolla, un astronauta USOS ha distribuito gli 8 Space Bubble Detectors in vari punti della ISS per dare il via ad una nuova sessione dello studio Radi-N2. L’obiettivo dell’esperimento Radi-N2 è quello di caratterizzare la radiazione di neutroni sulla ISS. I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

European Modular Cultivation System (EMCS) Gas Valve Open and Water Pump Tube Installation
In vista dell’arrivo, con il cargo della missione SpaceX-9, dell’esperimento Plant Ribonucleic Acid (RNA) Regulation, l’equipaggio ha aperto le valvole del gas di EMCS ed installato tre dei quattro tubi su ciascuno dei quattro moduli del Rotor Based Life Support System (RBLSS). L’EMCS è una struttura dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) progettata per lo studio della biologia vegetale in microgravità. Tale struttura supporta la coltivazione, la stimolazione e l’esecuzione assistita di esperimenti biologici in condizioni controllate (ad esempio temperatura, composizione atmosferica, approvvigionamento idrico, illuminazione e gravità). EMCS è già stata utilizzata in esperimenti e studi sugli effetti della gravità e della luce sullo sviluppo e la crescita delle piante.

Japanese Experiment Module (JEM) Stowage Configuration
L’equipaggio ha raccolto e trasferito oggetti dal Japanese Experiment Logistics Module-Pressurized Section (JLP) e dal JEM Pressurized Module (JPM), merce che verrà utilizzata con più frequenza quando il cargo della missione SPX-9 sarà ancorato alla ISS. Si è inoltre provveduto a creare spazio per stivare in un posto facilmente raggiungibile le merci e gli oggetti che giungeranno sulla ISS con il cargo della missione SPX-9.

Water Processing Assembly (WPA) Status
La WPA continua a subire guasti e blocchi all’Independent Shutdown Monitor (ISM) che provocano l’isolamento della WPA dal sistema di erogazione dell’acqua potabile. I blocchi sono causati da episodi di sovrapressione a carico di una valvola e da incrementi della conducibilità elettrica rilevati dal sensore del Reactor Health Sensor. Gli specialisti hanno ridotto ulteriormente il processo e la portata del flusso per abbassare la pressione all’interno del sistema. Ridurre le portata del flusso non eliminerà del tutto la possibilità che erogano altri guasti all’Independent Shutdown Monitor (ISM), ma se ne dovrebbe ridurre l’insorgenza.

 

7 luglio

47 Soyuz (47S) Launch
La Soyuz 47S è stata lanciata con successo la scorsa notte dal cosmodromo di Baikonur con a bordo i membri della Expedition 48: Anatoly Ivanishin, Takuya Onishi e Kate Rubins. Il docking alla ISS è in programma per venerdì alle ore 23:12 CDT. Con l’arrivo di questo equipaggio, la ISS tornerà ad essere occupata da 6 membri fino al 6 settembre, data in cui è previsto il ritorno a Terra dell’equipaggio della Soyuz 46S.

Meteor Setup Configuration
Meteor è stato installato all’interno del rack posto nell’US Lab’s Window Observational Research Facility (WORF), consentendo agli specialisti a Terra di poter procedere con le operazioni di verifica e controllo. Gli scienziati ritengono che, tra luglio ed agosto, Meteor potrà raccogliere molte immagini dei principali eventi astronomici, come ad esempio la pioggia meteorica delle Perseiadi, il cui picco è previsto a cavallo della metà di agosto. L’indagine Meteor consiste nell’acquisizione di video ed immagini ad alta risoluzione dell’atmosfera terrestre, successivamente rielaborati da un particolare software, per la ricerca dei punti luminosi e l’osservazione di meteore in orbita terrestre.

3D Printing in Zero-G Experiment Operations
Gli specialisti a Terra hanno attivato da remoto la stampante per produrre tre nuovi campioni di test, che l’equipaggio ha successivamente rimosso e stivato. L’esperimento 3D Printing In Zero-G intende dimostrare il funzionamento di una stampante 3D nello spazio. In generale, una stampante 3D estrude flussi di plastica riscaldata, metallo o altro materiale, uno strato sull’altro, per giungere alla creazione di modelli tridimensionali. La stampante 3D può essere utilizzata per la fabbricazione di pezzi di plastica di piccole dimensioni da utilizzare per una varietà di compiti. I risultati di questo esperimento potrebbero aprire la strada, in futuro, all’installazione di una stampante 3-D full-size a bordo della ISS.

Cell Biology Experiment Facility (CBEF) Reconfiguration
In vista dell’avvio dell’esperimento Mouse Epigenetics, in arrivo con il cargo della missione SpaceX (SPX)-9, sono stati installati nel rack Saibo un convertitore di corrente da 120 a 24 volt ed un regolatore di temperatura. Il CBEF è una struttura della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) montata all’interno del Saibo Experiment Rack. Il CBEF è utilizzato in svariati esperimenti delle scienze della vita e consiste in un incubatrice dotata di un generatore di gravità artificiale in cui è possibile predeterminare i valori di temperature, umidità e concentrazione di CO2.

Dose Tracker
L’equipaggio ha completato oggi un nuovo monitoraggio sull’assunzione di farmaci, annotando le proprie osservazioni tramite l’app installata sul proprio iPad. Questa indagine documenta l’uso di farmaci da parte dei membri dell’equipaggio, registrando la loro assunzione prima e durante la missione sulla ISS, analizzando anche le caratteristiche degli effetti collaterali, la loro frequenza e gravità. Questo studio intende comparare l’efficacia di un farmaco sulla Terra con quanto riscontrato nello spazio, ponendo particolare rilievo ai sintomi ed agli effetti collaterali per stabilire se le alterazioni riscontrate nel corso di un volo spaziale siano da attribuirsi alla farmacocinetica (PK) oppure alla farmacodinamica (PD).

Lab Major Constituent Analyzer (MCA) Troubleshooting
Il Lab MCA è stato attivato con successo questa mattina al termine dell’installazione di una Orbital Replacement Unit (ORU) 2 (Mass Spectrometer) di scorta, e la reinstallazione del ORU8 ORU8 (Verification Gas Assembly) precedentemente installata. Nel corso del collegamento di tutte le utenze, si è avuto un problema con la linea del vuoto, quando non si è riusciti ad inserire completamente il tubo. Il problema è stato corretto regolando la staffa che fissa la linea del vuoto al rack. Il Lab MCA rimarrà alimentato ed in standby fino al momento in cui l’equipaggio non avrà completato tutte le verifiche. L’ORU2 precedentemente installato è considerato inaffidabile e sarà inviato a Terra per le verifiche.

 

8 luglio

47 Soyuz (47S) Docking
La Soyuz 47S dovrebbe effettuare il docking alla ISS questa sera alle ore 23:12 CDT. Con l’arrivo dei membri dell’equipaggio della Expedition 48, Anatoly Ivanishin, Takuya Onishi e Kate Rubins, la ISS tornerà ad essere abitata da 6 persone fino al 6 settembre, data del ritorno a Terra della Soyuz 46S.

Mouse Epigenetics Setup Operations
In preparazione dell’esperimento Mouse Epigenetics che giungerà sulla ISS con il cargo della missione SpaceX (SPX)-9, l’equipaggio ha trasferito il laptop del Multi-Purpose Small Payload Rack (MSPR), ha configurato il Medical laptop ed infine ha installato un convertitore sull’Experiment Laptop Terminal 2 (ELT2) ed all’interno della Cell Biology Experiment Facility (CBEF). L’obiettivo dell’esperimento Mouse Epigenetics è aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’impatto e gli effetti a lungo termine del volo spaziale sulla attività genetica, dai cambiamenti nell’espressione genica nei singoli organi al mutamento del DNA.

3D Printing in Zero-G Experiment
I Ground teams hanno attivato da remoto la stampante 3D per produrre ulteriori campioni di test. L’esperimento 3D Printing In Zero-G intende dimostrare il funzionamento di una stampante 3D nello spazio. In generale, una stampante 3D estrude flussi di plastica riscaldata, metallo o altro materiale, uno strato sull’altro, per giungere alla creazione di modelli tridimensionali. La stampante 3D può essere utilizzata per la fabbricazione di pezzi di plastica di piccole dimensioni da utilizzare per una varietà di compiti. I risultati di questo esperimento potrebbero aprire la strada, in futuro, all’installazione di una stampante 3-D full-size a bordo della ISS.

Expedite the Processing of Experiments to Space Station (EXPRESS) Rack-3 Locker Removal
In vista dell’installazione di Polar, che giungerà sulla ISS con il cargo della missione SPX-9, l’equipaggio ha rimosso l’EXPRESS Rack locker ed installato il pannello di chiusura sulla griglia di ventilazione. Gli EXPRESS Rack sono sistemi polifunzionali che permettono e sostengono la ricerca a bordo della ISS. Possono supportare esperimenti scientifici in qualsiasi disciplina, fornendo le interfacce strutturali, le connessioni elettriche e dati, i circuiti di raffreddamento ed altri elementi necessari per effettuare esperimenti scientifici nello spazio. Gli EXPRESS Rack possono ospitare fino a 10 piccoli payloads, con una conseguente capacità di ospitare fino ad 80 esperimenti contemporaneamente.

Lab Robotic Work Station (RWS) Monitor R&R
Oggi, l’equipaggio della ISS ha sostituito il Lab RWS Monitor 3 con una di scorta. Questo monitor si era guastato nel corso delle attività del recente rilascio di Cygnus.

 

11 luglio

47 Soyuz (47S) Docking
La Soyuz 47S è attraccata venerdì scorso con successo alla Stazione Spaziale Internazionale alle ore 23:06 CDT. Con l’arrivo dei membri della Expedition 48 (Anatoly Ivanishin, Takuya Onishi e Kate Rubins), la ISS torna ad essere occupata da un equipaggio di 6 persone, fino al ritorno a Terra della Soyuz 46S attualmente previsto per il 6 settembre.

Dose Distribution Inside the ISS – 3D (DOSIS 3D)
Durante il fine settimana, l’equipaggio ha installato i rilevatori passivi nel modulo Columbus a supporto dell’indagine DOSIS 3D dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il payload DOSIS-3D dell’ESA permette la creazione di una mappa tridimensionale che mostra, in collaborazione con i vari sensori di rilevazione di radiazione attiva e passiva posti all’interno della ISS, la distribuzione delle radiazioni assorbite.

Space Headaches
Nel corso del fine settimana ed oggi, l’equipaggio ha compilato un nuovo questionario dell’esperimento Space Headaches dell’European Space Agency (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

Fine Motor Skills
Oggi è stata effettuata una nuova sessione dell’esperimento Fine Motor Skills. In questo esperimento i membri dell’equipaggio eseguono una serie di attività interattive su una tavoletta touchscreen. Questa è la prima indagine che abbina le capacità motorie ad una lunga esposizione alla microgravità, analizzando le diverse fasi di adattamento alla microgravità ed il recupero sensomotorio, una volta tornati alla gravità terrestre.

Marrow Blood, Breath, and Ambient Air Sample Collection
Oggi, l’equipaggio ha raccolto campioni di sangue, campioni del proprio respiro e campioni di aria dell’atmosfera della ISS per l’esperimento Marrow della Canadian Space Agency (CSA). Marrow esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.

Mouse Epigenetics Setup Operations
In preparazione dell’esperimento Mouse Epigenetics, che giungerà sulla ISS con il cargo della missione SpaceX-9, l’equipaggio ha posizionato la Mouse Habitat Cage Unit ed installato il distributore di cibo ed il filtro antiodore. L’obiettivo dell’esperimento Mouse Epigenetics è aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’impatto e gli effetti a lungo termine del volo spaziale sulla attività genetica, dai cambiamenti nell’espressione genica nei singoli organi al mutamento del DNA.

EarthKAM Module Installation and Activation in Service Module (SM)
I membri dell’equipaggio russo hanno predisposto i componenti dell’infrastruttura EarthKAM ed ha attivato il sistema per una sessione di acquisizione immagini della durata di una settimana. Sally Ride EarthKam è un programma di educazione della NASA che permette a circa 20.000 studenti provenienti da 247 scuole di 28 paesi di fotografare ed esaminare la Terra dal punto di vista di un equipaggio in orbita. Tramite internet, gli studenti controllano una speciale macchina fotografica digitale montata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Ciò consente loro di fotografare prospettive del pianeta Terra dallo spazio.

Habitability Human Factors Directed Observations
L’equipaggio ha completato una sessione dell’esperimento Habitability registrando un video, ed il relativo commento, di una attività. Habitability valuta la relazione tra i membri dell’equipaggio ed il loro ambiente in un ottica di miglioramento della progettazione e della predisposizione dei futuri veicoli impegnati in voli spaziali di lunga durata, quali ad esempio i voli verso i Near Earth Asteroids (NEA) e Marte. L’obiettivo finale è quello di comprendere quali siano le dimensioni necessarie ed ottimali, ed il relativo layout interno, della parte abitabile di un velivolo spaziale. Le osservazioni registrate nel corso della missione spaziale di 1 anno, così come in tutte quelle di 6 mesi, aiuteranno i progettisti dei veicoli spaziali a capire quanto spazio del volume abitabile sia necessario, e se la durata di una missione, correlata con le dimensioni del volume abitabile, possa arrecare impatti sull’equipaggio. L’applicazione iShort permette ai Ground teams ed agli specialisti degli impatti umani (human factor engineers) di studiare e valutare il design della ISS in un ottica rivolta alla progettazione dei futuri veicoli spaziali.

47S Crew On Board Training (OBT)
Oggi, l’equipaggio della Soyuz 47S ha familiarizzato con le procedure di emergenza e con le attrezzature di supporto ed i luoghi dove reperirle, nonchè ripassare quali siano le corrette posizioni delle valvole nelle situazioni di emergenza. Nel corso di queste operazioni sono anche state confermate la capacità di comunicare con i Mission Control Center anche quando si indossano le maschere di emergenza delle Soyuz.

SSRMS Mobilt Transporter (MT) Translate
Oggi, il Mobile Transporter (MT) è stato traslato dal WorkSite 4 al WorkSite 6, in preparazione dell’arrivo del cargo della missione SpaceX-9.

 

12 luglio

Marrow Blood, Breath, and Ambient Air Sample Collection
Questa mattina, al risveglio, l’equipaggio ha raccolto campioni di sangue, campioni del proprio respiro e campioni di aria dell’atmosfera della ISS per la sessione Launch+4 (4 giorni successivi al lancio) dell’esperimento Marrow della Canadian Space Agency (CSA). Marrow esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.

3D Printing in Zero-G Experiment
Dopo due settimane consecutive di attività, oggi gli specialisti a Terra hanno attivato a distanza la stampante 3D per produrre gli ultimi campioni 3D. L’equipaggio ha rimosso e riposto tutti i campioni tranne quelli dell’ultimo lotto, che rimarranno sul vassoio di stampa, che verrà inviato a Terra con il cargo della missione SpaceX-9 insieme a tutti gli altri campioni. Le operazioni odierne hanno portato a 34 il numero totale dei campioni stampati. L’esperimento 3D Printing In Zero-G intende dimostrare il funzionamento di una stampante 3D nello spazio. In generale, una stampante 3D estrude flussi di plastica riscaldata, metallo o altro materiale, uno strato sull’altro, per giungere alla creazione di modelli tridimensionali. La stampante 3D può essere utilizzata per la fabbricazione di pezzi di plastica di piccole dimensioni da utilizzare per una varietà di compiti. I risultati di questo esperimento potrebbero aprire la strada, in futuro, all’installazione di una stampante 3-D full-size a bordo della ISS.

Mouse Epigenetics Setup Operations
In preparazione dell’esperimento Mouse Epigenetics, che giungerà sulla ISS con il cargo della missione SpaceX-9, l’equipaggio ha completato le operazioni di configurazione e concluso l’installazione del cavo video all’interno della Cell Biology Experiment Facility (CBEF). L’obiettivo dell’esperimento Mouse Epigenetics è aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’impatto e gli effetti a lungo termine del volo spaziale sulla attività genetica, dai cambiamenti nell’espressione genica nei singoli organi al mutamento del DNA.

NanoRacks Plate Reader Locker Preparation and Hardware Relocate
In vista dell’arrivo delle indagini per il payload NanoRacks, che verranno recapitate sulla ISS dal cargo della missione SpX-9, l’equipaggio ha trasferito l’infrastruttura NanoRacks dal NanoRacks Plate Reader. NanoRacks Plate Reader è uno strumento da laboratorio progettato per rilevare eventi chimici, fisici e biologici dai campioni posti sotto osservazione. I Micro-Plate Readers sono ampiamente utilizzati nella ricerca e nel controllo di qualità nei processi di produzione dell’industria farmaceutica.

Space Headaches
L’equipaggio ha compilato un nuovo questionario dell’esperimento Space Headaches dell’European Space Agency (ESA). La compilazione dei questionari è quotidiana nel corso della prima settimana di permanenza sulla ISS, mentre diventa settimanale nei periodi successivi. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in microgravità.

Waste and Hygiene Compartment (WHC) Pump Separator
Ieri, la spia del pump separator del WHC si è accesa, segnalando un malfunzionamento della pompa. L’equipaggio ha configurato il WHC ad operare con l’EDV interno, dopodichè ha riavviato il sistema per drenare il liquido in eccesso. Al termine di questo intervento, la spia si è spenta e l’operatività del WHC è tornata nominale, benchè ancora operante con l’EDV interno. L’equipaggio ha quindi riconfigurato l’Urine Processing Assembly (UPA) attendendo che gli specialisti a Terra confermassero la piena operatività. Questa mattina l’equipaggio ha segnalato di aver udito un forte rumore proveniente dal WHC. Gli specialisti a Terra ritengono che il rumore indichi il passaggio di liquido tra i cuscinetti della pompa. La successiva ispezione non ha rivelato alcuna fuoriuscita di liquidi. Il WHC continua a funzionare senza problemi. La pompa di separazione installata è in funzione dallo scorso gennaio. Sono disponibili sulla ISS due parti di ricambio. I Ground teams continuano a monitorare le prestazioni del sistema.

Dragon On-Board Training (OBT)
In preparazione dell’arrivo del cargo della missione SPX-9, attualmente previsto per il 20 luglio, l’equipaggio USOS partecipato ad una videoconferenza con i Ground teams prima di seguire una sessione di addestramento volta al ripasso delle procedure di avvicinamento ed attracco nominale di Dragon.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Ieri, i Robotics Ground Controllers hanno attivato MSS e manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) nella posizione prevista per effettuare l’aggancio del cargo Dragon e poter dare l’avvio ad alcune sessioni di addestramento. Al termine della sessione di addestramento, l’equipaggio ha traslato il Mobile Transporter (MT) dal WorkSite 6 al WorkSite 4. Al termine della traslazione, i Robotics Gound Controllers hanno notato che l’Umbilical Mating Assembly 1 (UMA1) non segnalava il corretto status della connessione, accendendo sia la spia di mating che la spia di demating sul Channel A. Si è provveduto a migrare i servizi sul Channel B in attesa delle ulteriori analisi di approfondimento.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25725.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.