E’ nata l’ESA Academy

ESA Academy Logo (C) ESA

A partire da questo mese di Marzo 2016, gli studenti degli atenei europei avranno a disposizione un nuovo strumento per migliorare la propria educazione relativa alle scienze spaziali ed all’ingegneria: l’ESA Academy.

L’ESA Academy rappresenterà una nuova prospettiva per l’apprendimento delle discipline spaziali; essa viene attuata in stretta collaborazione con le università europee e fungerà da complemento all’educazione accademica stessa. Essa accrescerà l’esperienza educativa degli studenti permettendo loro di beneficiare del trasferimento del know-how teorico e pratico dell’agenzia spaziale europea con modalità mai realizzate prima. Le tematiche trattate andranno dalle scienze spaziali all’ingegneria, alle spacecraft operations, all’assicurazione della qualità, al project management e molto altro ancora.

Essa inoltre aiuterà gli studenti a familiarizzare con le pratiche professionali standard applicate al giorno d’oggi in tutto il settore spaziale, preparandoli quindi al mercato del lavoro.

I due pilastri dell’Accademia
L’ESA Academy concentra vecchi e nuovi elementi dell’ESA Education Programme, che permetteranno agli studenti di guadagnare esperienza di prima mano su progetti di natura spaziale. Le attività vengono raggruppate in due pilastri interconnessi:

La ZARM Drop Tower di Brema. © ZARM - Center of Applied Space Technology and Microgravity

La ZARM Drop Tower di Brema. © ZARM – Center of Applied Space Technology and Microgravity

Hands-on Space Projects, che è un programma già esistente che permette agli studenti di vivere esperienze di prima mano su progetti spaziali.
Training and Learning Programme; una nuova iniziativa che offre un set completamente nuovo di corsi e di opportunità di apprendimento.

Oltre a fornire l’accesso agli stabilimenti esistenti dell’ESA e alle infrastrutture dei partners, l’ESA Academy avrà a disposizione le nuove strutture dedicate situate presso il Redu Centre dell’ESA situato Belgio.
Il Training and Learning Centre, darà avvio ai propri corsi entro questo mese di Marzo, ed il CubeSat Education Centre sarà operativo nel 2017.

Hands-on Space Projects
Fin dalla metà degli anni 2000, l’ESA ha offerto agli studenti delle università l’opportunità di partecipare direttamente a progetti spaziali reali. Essi vanno da esperimenti scientifici e tecnologici di natura dimostrativa da effettuarsi su di un numero di differenti piattaforme professionali, a missioni di piccoli satelliti da lanciare nello spazio, come i cubeSats.

L’Hands-on Space Project è coordinato attraverso un numero di programmi tematici:

Fly Your Satellite!, il programma educativo CubeSat dell’ESA: cubesats@esa.int
ESEO, l’European Student Earth Orbiter, ovvero un microsatellite sviluppato in collaborazione con le università. eseo@esa.int
Fly Your Thesis!, offre la possibilità agli esperimenti studenteschi di essere sottoposto a condizioni di microgravità su tre voli parabolici. flyyourthesis@esa.int
Drop Your Thesis!, un altro modo per sottoporre gli esperimenti studenteschi alla microgravità: la ZARM Drop Tower. dropyourthesis@esa.int
SpinYour Thesis!, consente agli studenti di testare i propri esperimenti in un ambiente in ipergravità tramite la Large Diameter Centrifuge dell’ESA. spinyourthesis@esa.int
REXUS/BEXUS, il programma che Germania (DLR) e Svezia (SNSB) in collaborazione con l’ESA hanno messo in atto per permettere agli esperimenti studenteschi di volare su razzi sonda e palloni stratosferici. rexus-bexus@esa.int

The_LDC_at_ESTEC

La Large Diameter Centrifuge (LDC) dell’European Space Research and Technology Centre (ESTEC) dell’ESA di Noordwijk in Olanda.

Il Training and Learning Programme
Questo programma appena avviato offre un vario portfolio di corsi, tenuti da esperti di scienze spaziali e da professionisti provenienti da tutti i campi di competenza dell’ESA, dall’industria spaziale e dall’ambito accademico.

I corsi saranno disponibili per gli studenti universitari interessati, che stanno affrontando degli studi di materie spaziali. In particolare, essi saranno disponibili per quei team studenteschi che partecipano agli Hands-on Space Projects dell’ESA Academy, per completare le loro esperienze formative e per fornire supporto alle varie fasi dei loro progetti.

Il Training and Learning Programme è coordinato dall’ESA Education Office del centro ESA di Redu in Belgio. esa.academy@esa.int

Nuove strutture
I corsi del Training and Learning Programme verranno tenuti principalmente presso il nuovo Training and Learning Centre di Redu. Il centro dispone di una dedicata Concurrent Design Facility o CDF che è un sistema professionale integrato che permetterà agli studenti di studiare il preliminary design di una missione spaziale (o anche di un sistema) e di ottenere esperienza diretta sulla progettazione ingegneristica.

L’ESA Academy dispone inoltre del nuovo CubeSat Education Centre, che ha come obiettivo principale quello di permettere il supporto ingegneristico end-to-end ai teams universitari impegneti nella progettazione di un CubeSat, dalla progettazione all’operatività. Nel futuro la struttura potrebbe essere anche disponibile per il test e l’integrazione di altri esperimenti studenteschi.

La Test and Integration Facility dispone di uno scuotitore, di una camera termica a vuoto e di un laboratorio, in cui gli studenti potranno assemblare e testare i propri satelliti sotto la guida di personale esperto.
Grazie alla CDF gli studenti potranno svolgere la progettazione preliminare della loro missione CubeSat prima di avviare le fasi ingegneristiche e di costruzione. Delle workstations dedicate daranno la possibilità agli studenti di operare i propri satelliti nelle prime fasi della loro missione nello spazio (LEOP).

Il calendario dei corsi per il 2016 dell’Academy Tranining and Learning Programme verrà rilasciato a breve.

Fonte: ESA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=24943.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.