ISS Weekly Status Report – 38.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

5 novembre

Zebra Fish Muscle
Gerst ha collegato all’impianto di circolazione dell’acqua di Aquatic Habitat una sacca per contenere l’acqua ed una sacca per i rifiuti, dopodichè ha effettuato il ricambio idrico #7. Lo Zebrafish Muscle Experiment intende indagare se l’atrofia dei muscoli degli astronauti, evidenziata dal vivere in condizioni di microgravità, verrà riscontrata anche nei Zebra Fish.

Cardio Ox
Gerst, che ha raggiunto il traguardo del Return-15 e coadiuvato da Wilmore che ha operato come Crew Medical Officer, ha effettuato su di se una ecografia cardiaca e rilevato i valori della pressione sanguigna, come previsto dall’esperimento Cardio OX. Lo scopo di questo studio è la misurazione dei livelli dei biomarcatori presenti nel sangue e nelle urine prima, durante, e dopo il volo spaziale per metterli in relazione al rischio di sviluppare malattie quali l’aterosclerosi. Dodici astronauti hanno fornito campioni di sangue ed urina per l’analisi dei biomarcatori prima del lancio, 15 e 60 giorni dopo il lancio, 15 giorni prima di tornare sulla Terra ed infine pochi giorni dopo l’atterraggio. Agli stessi intervalli di tempo vengono effettuate ecografie della carotide e della arteria brachiale ma questi esami proseguono nei cinque anni successivi all’atterraggio, al fine di monitorare lo stato di salute dell’apparato cardiovascolare.

Body measures
Gerst e Wiseman hanno predisposto le attrezzature e le telecamere dell’esperimento Body Measures per l’acquisizione di dati ed immagini del loro corpo in posizione di riposo. L’obiettivo di questo studio è raccogliere dati per meglio comprendere l’entità e la variabilità dei cambiamenti morfologici, nonchè analizzare gli spostamenti dei liquidi all’interno del corpo umano. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le modifiche all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Electromagnetic Levitation (EML)
Gerst ha installato la camera di campionamento di EML in preparazione dell’assemblaggio finale e delle successive verifiche funzionali. EML, che è stato consegnato da ATV-5, si propone di contribuire ad aumentare le prestazioni delle strutture metalliche attraverso la comprensione di come poter controllare la solidificazione dei metalli. L’esperimento studia la fase di solidificazione dei metalli e di come questa evolva e modella la struttura dei materiali in fase di raffreddamento.

Ocular Health
Wilmore ha effettuato una nuova sessione dello studio Ocular Health. Aiutato da Wiseman, che ha operato come Crew Medical Officer (CMO), Wilmore ha eseguito gli esami utilizzando il laptop dell’Optical Coherence Tomography (OCT). L’obiettivo del protocollo di benessere oculare è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

SPRINT
Wiseman ha predisposto ed attivato il Portable Pulmonary Function System (PFS) e la sua infrastruttura, con i relativi cablaggi della parte dati e le connessioni dei gas, dopodichè ha collegato il Mixing Bag System (MBS) in preparazione di una nuova sessione di rilevazione con gli ultrasuoni ed una sessione VO2max da effettuare nel corso della settimana. L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7.

Biological Rhythms 48 hour
Wiseman ha concluso la seconda ed ultima parte della rilevazione (24 ore), ha rimosso il Digital Walk Holter electrocardiogram (ECG) e l’Actiwatch Spectrum, dopodichè ha trasferito i dati acquisiti sul Medical Laptop. L’obiettivo di questo studio è quello di esaminare accuratamente la variazione circadiana della funzione cardiaca nel corso del volo spaziale. Ciascun membro dell’equipaggio deve indossare un Actiwatch per 96 ore ed un elettrocardiografo (ECG) per 48 ore per le due sessioni di raccolta dati previste nel corso della propria permanenza in orbita.

Sally Ride Earth Knowledge Acquired by Middle school students (EarthKam)
Samukutyaev ha sostituito l’ottica della fotocamera installando un obiettivo da 180 mm. Sally Ride EarthKam è un programma di educazione della NASA che permette a migliaia di studenti di fotografare ed esaminare la Terra dal punto di vista di un equipaggio in orbita. Tramite internet, gli studenti controllano una speciale macchina fotografica digitale montata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Ciò consente loro di fotografare prospettive del pianeta Terra dallo spazio.

39S Crew Emergency Roles and Responsibilities Review
Samokutyaev, Serova e Wilmore hanno ripassato la sezione General Instructions dell’ISS Emergency Book. Le priorità da osservare durante una situazione di emergenza prevedono la messa in sicurezza dell’equipaggio e successivamente quella della ISS. Per soddisfare tali priorità occorre avere ben chiari i ruoli di ciascun componente dell’equipaggio, la responsabilità personale, l’accesso ai veicoli nel caso si sia costretti all’abbandono della Stazione Spaziale Internazionale, le responsabilità del Comandante della ISS, le procedure di emergenza, la comunicazione ed il coordinamento dei membri dell’equipaggio con i centri di controllo a Terra. L’equipaggio ha anche ripassato le procedure legate ad eventi specifici come la presenza di fuoco a bordo, una depressurizzazione rapida e la contaminazione delle zone abitate della ISS.

 

6 novembre

Muscle Atrophy Resistive Exercise System (MARES) Battery Removal and Replacement (R&R)
Wilmore ha sostituito la batteria guasta di MARES dopo averne verificato lo stato con il laptop A31p e le procedure preposte, come indicato nella documentazione a disposizione dell’equipaggio (Crew Guided Procedure). MARES è una struttura di ricerca fisiologica patrocinata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) che è stata progettata per svolgere attività di ricerca sull’apparato muscolo-scheletrico, sulla biomeccanica e sulla fisiologia neuromuscolare. I risultati di questa ricerca forniranno una migliore comprensione degli effetti della microgravità sul sistema muscolare nonchè una valutazione delle contromisure progettate per attenuare l’atrofia muscolare. La ricerca, effettuata utilizzando la struttura MARES, sarà importante, oltre che per l’esplorazione dello spazio nel corso di missioni di lunga durata, anche per una migliore comprensione dei disturbi muscolari e dei metodi di riabilitazione utilizzati sulla Terra.

Body Measures Equipment Gather
Gerst ha predisposto l’hardware necessario per effettuare la sua sessione finale dello studio Body Measures che è in programma per venerdì prossimo. Il fisico degli astronauti in orbita subisce variazioni nelle dimensioni indotte dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo di questo studio è raccogliere dati per meglio comprendere l’entità e la variabilità di questi cambiamenti, nonchè analizzare gli spostamenti dei liquidi all’interno del corpo umano. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le modifiche all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint)
Wiseman ha completato la sua sessione finale dell’esperimento SPRINT. Questo studio riprenderà nel corso dell’Increment 43. Le sessioni fin qui svolte hanno visto l’utilizzo del Portable Pulmonary Function System (PPFS) per monitorare i livelli di ossigeno – Volume of Oxygen (VO2) – nel corso degli esercizi svolti sul Cycle Ergometer with Vibration Isolation and Stabilization (CEVIS). L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7. Domani Wiseman effettuerà l’ultima sessione Sprint Ultrasound, prima del suo ritorno a Terra previsto per il 9 novembre.

Ocular Health
Wilmore ha effettuato la sua prima sessione dello studio Ocular Health, essendo giunto al traguardo del Launch+30 Day. Aiutato da Gerst, che ha operato in qualità di Crew Medical Officer, Wiseman ha utilizzato lo strumento fundoscope per acquisire immagini della superficie della propria retina. L’obiettivo del protocollo di benessere oculare è quello di raccogliere sistematicamente i dati fisiologici per caratterizzare il rischio legato alla microgravità a cui sono sottoposti i membri dell’equipaggio assegnato a missioni di 6 mesi sulla ISS. I ricercatori ritengono che, misurando sistematicamente i cambiamenti del sistema nervoso visivo, dell’apparato vascolare e del sistema nervoso centrale, si possa sviluppare un database per identificare i meccanismi, sviluppare contromisure, e creare linee guida di pratica clinica.

39S Nominal Departure Drill #2
In preparazione della partenza per il ritorno a Terra della Soyuz 39S, in programma per domenica 9 novembre, Suraev, Gerst e Wiseman hanno effettuato una nuova sessione di addestramento – On Board Training (OBT) Soyuz Drill #2. Obiettivi di questa sessione sono stati l’analisi dei dati di distacco dalla ISS e della discesa, ripassando tutta la timeline a partire dall’ingresso nella Soyuz fino alle attività post atterraggio. Questa sessione è stata svolta con l’ausilio dello strumento Neptune-ME.
[ndt : Neptune-ME è il sistema di visualizzazione delle informazioni – Information Display System (IDS) – del modulo di discesa delle Soyuz TMA. La Neptune-ME è una versione aggiornata della Neptune-M, is uso sulle Soyuz-TM. L’aggiornamento è stato effettuato utilizzando le più moderne tecniche e le più recenti metodologie di interfaccia uomo-computer (MCI). Questa IDS è giunta alla quinta generazione.]

39S Crew Departure Preparations
Wiseman e Gerst hanno proseguito l’attività di imballaggio dei loro oggetti personali in preparazione del loro ritorno a Terra. Questi imballi viaggeranno con la Soyuz 39S ed i cargo Dragon delle missioni SpaceX-4 e SpaceX-5.

Remote Power Controller (RPC) Trip
Oggi l’RPC che alimenta le valvole di selezione dell’aria del Lab Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA) si è bloccato in posizione aperta. I Ground teams stanno analizzando i dati telemetrici per comprendere come poter intervenire per rimuovere il guasto e chiudere l’RPC. In ogni caso il CDRA del Node 3 funziona regolarmente.

 

7 novembre

39S Crew Departure Preparations
Wiseman e Gerst hanno proseguito l’attività di imballaggio dei loro oggetti personali in preparazione del loro ritorno a Terra. I loro oggetti viaggeranno con la Soyuz 39S ed i cargo Dragon delle missioni SpaceX-4 e SpaceX-5. Nel corso della giornata Wiseman e Suraev hanno effettuato un test al Soyuz 39S Motion Control System. Il distacco della Soyuz 39S dalla ISS è previsto avvenga domenica 9 novembre alle ore 18:30 CST con atterraggio nel Kazakistan settentrionale alle 21:58 CST.

Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint) Ultrasound
Wiseman, aiutato da Wilmore, ha effettuato la sua settima ed ultima rilevazione dell’esperimento Sprint, essendo giunto al traguardo del Return-7. Coadiuvati dagli specialisti a Terra, gli astronauti hanno effettuato l’ecografia al polpaccio ed alla coscia di Wiseman. L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. Queste sessioni di acquisizione ecografica sono effettuate ad intervalli prestabiliti, ovvero al FD14, FD30, FD60, FD90, FD120, FD150, e Return-7.

Quantification of In-Flight Physical Changes – Anthropometry and Neutral Body Posture (Body Measures)
Gerst ha effettuato la sua ultima sessione Body Measures. Ha piazzato i Body Measure markers nelle posizioni prescritte dopodichè ha acquisito alcune fotografie che saranno inviate a Terra. Queste immagini saranno utilizzate per analizzare le variazioni morfologiche del corpo in posizione di riposo – neutral body position (NBP) – avvenute nel corso della missione. Il fisico degli astronauti in orbita subisce variazioni nelle dimensioni indotte dal vivere in ambienti in microgravità. L’obiettivo di questo studio è raccogliere dati per meglio comprendere l’entità e la variabilità di questi cambiamenti, nonchè analizzare gli spostamenti dei liquidi all’interno del corpo umano. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le modifiche all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Saliva Collection
Gerst ha raccolto un campione della propria saliva e successivamente lo ha riposto in MELFI. I prelievi di saliva, che Gerst effettuerà a partire da oggi (venerdì) fino a domenica, verranno utilizzati per gli esperimenti nell’ambito dello Human Research Program (HRP) : Biochem Profile, Repository e Cardio Ox.

Seedling Growth
La prima delle tre sessioni di sei giorni di crescita è stata completata oggi. Sulla base delle immagini inviate a Terra, gli specialisti stanno evidenziando una germinazione complessiva del 91% rappresentata dai 7 Experiment Containers (ECs) che sono stati idratati sabato scorso. L’ottavo EC è stato conservato a temperatura ambiente per i successivi test diagnostici. Wilmore ha rimosso gli EC dall’European Modular Cultivation System (EMCS), ha trattato i campioni per poi stivarli in MELFI per il congelamento, in attesa del loro ritorno a Terra su uno dei prossimi voli. Seedling Growth-2 è la prosecuzione della serie di esperimenti legati allo studio della Arabidopsis thaliana. Seedling Growth-2, uno studio nato in collaborazione tra la NASA e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), è stato progettato per determinare gli effetti della gravità sui meccanismi di comunicazione cellulare del fototropismo e per studiare la crescita delle cellule e lo sviluppo delle piantine in condizioni di microgravità. Seedling Growth 2 richiede l’effettuazione di tre sessioni EMCS nel corso delle quali vengono acquisite immagini e dati dei campioni congelati. La prossima sessione dell’esperimento verrà avviata sabato prossimo.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
I Robotics Ground Controllers hanno attivato MSS ed hanno manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) fino a quella che è definita come IMAX Park Position. Ciò è stato fatto per dare all’equipaggio della ISS una visione chiara delle prossime riprese IMAX che verranno effettuate dalle finestre di Cupola. Durante questa operazione, le telecamere montate su SSRMS sono state usate per effettuare una panoramica del Pressurized Mating Adapter (PMA) 2 in vista delle future attività extraveicolari.

Remote Power Controller (RPC) Trip
Facendo seguito al blocco dell’RPC avvenuto ieri ed associato al Lab Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA) Air Selector Valves (ASV), oggi i Ground controllers sono riusciti a comandarne da remoto la chiusura. Dopo la chiusura dell’RPC, uno degli Air Selector Valves (ASV) non è stato in grado di giungere nella posizione prevista. Dopo vari e successivi tentativi, i Ground controllers sono riusciti a chiudere la valvola nel lasso di tempo a loro assegnato. Gli specialisti ritengono sospetto il comportamento dell’ASV, per questo motivo hanno raccomandato la sostituzione della valvola con una delle tre disponibili sulla ISS come ricambio. La sostituzione della ASV verrà pianificata nei prossimi giorni, nel frattempo il CDRA del Node 3 CDRA funziona regolarmente.

 

9 novembre

Zebrafish
Wilmore ha catturato, e predisposto per il ritorno a Terra con la Soyuz 39S, gli Zebrafish vivi. Lo Zebrafish Muscle Experiment intende indagare se l’atrofia dei muscoli, evidenziata dal vivere in condizioni di microgravità, verrà riscontrata anche nei Zebra Fish.

Saliva and Blood Collection
Gerst, nel corso del fine settimana, ha raccolto campioni della propria saliva e li ha stivati in MELFI, in attesa di poterli inviare a Terra per le analisi, mentre Wilmore ha effettuato un prelievo di sangue. Questa raccolta di campioni verrà utilizzata per gli esperimenti nell’ambito dello Human Research Program (HRP) : Biochem Profile, Repository e Cardio Ox.

Protein Crystal Growth (PCG) Removal
Gerst ha rimosso, e stivato nelle Canister Bags, le taniche prelevate dal Protein Crystallization Research Facility (PCRF) posto all’interno del Cell Biology Experiment Facility (CBEF). I Canister Bags sono stati poi predisposti per il ritorno a Terra con la Soyuz 39S. L’High Quality Protein Crystal Growth Experiment è un esperimento dell’Agenzia Spaziale Giapponese (JAXA) che ha lo scopo di dimostrare il valore scientifico e commerciale della cristallizzazione delle proteine in microgravità. Le proteine in microgravità riescono a formare cristalli che difficilmente si riescono a realizzare nei laboratori a Terra. Lo studio dei cristalli proteici coltivati in microgravità potrà fornire informazioni utili per lo sviluppo di nuovi farmaci.

39 Soyuz (39S) Undock e Landing
L’equipaggio della Expedition 41, composto dagli astronauti Suraev, Wiseman e Gerst, ha lasciato la ISS oggi alle ore 18:31 CST per atterrare nel nord del Kazakhstan alle ore 21:58 CST. I tre astronauti concludono una missione, durata 165 giorni, che li ha visti compiere 2.640 orbite intorno alla Terra. La partenza della Soyuz 39S segna l’inizio della Expedition 42 che, fino al 24 novembre, opererà con un equipaggio di soli 3 astronauti; il comandante Samokutyaev ed i Flight Engineers Serova e Wilmore.

 

11 novembre

Human Research Program (HRP) Saliva Collection
Wilmore ha raccolto un campione della propria saliva e successivamente lo ha riposto in MELFI. I prelievi di saliva che Gerst effettuerà a partire da oggi (venerdì) fino a domenica verranno utilizzati per gli esperimenti nell’ambito dello Human Research Program (HRP) : Biochem Profile, Repository e Cardio Ox.

Zebrafish Muscle Post Operations
Il ritorno a Terra dei pesci Zebra, trasportati dalla Soyuz 39S, conclude l’esperimento Zebrafish Muscle. Wilmore ha potuto smontare e stivare l’infrastruttura dell’esperimento Aquatic Habitat (AQH) che era stata installata all’interno del Multi-purpose Small Payload Rack (MSPR) Work Volume. Lo Zebrafish Muscle Experiment intende indagare se l’atrofia dei muscoli, evidenziata dal vivere in condizioni di microgravità, verrà riscontrata anche nei Zebra Fish.

Potable Water Dispenser (PWD) Sampling
Wilmore ha prelevato un campione di acqua calda e successivamente lo ha stivato in attesa di poterlo inviare a Terra per le analisi.

Node 3 Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA) Deactivation
Il CDRA del Node 3 è stato disattivato ieri in considerazione del fatto che l’equipaggio, dopo la partenza della Soyuz 39S, è composto da soli 3 astronauti. L’eliminazione dell’anidride carbonica (CO2) verrà effettuata dal sistema Vozdukh, installato nel Russian Segment, in funzionamento nella configurazione definita “Manual Mode 6”.

Possible Conjunction with Object #39372
I Ground teams hanno valutato i dati di monitoraggio relativi ad una possibile collisione con l’oggetto #39372 (Yaogan 12 Debris). Il detrito è piccolo ed è attentamente monitorato. Il Time of Closest Approach (TCA) avverrà domani 12 novembre alle ore 08:40 CST. Prima di decidere se effettuare una Debris Avoidance Maneuver si attendono ulteriori aggiornamenti della traiettoria dell’oggetto. Nel caso si rendesse necessario effettuare una PDAM, questa verrà eseguita mercoledì alle ore 06:20 CST ma, in ogni caso, questa manovra non avrà impatti negativi sull’arrivo della Soyuz 41S, previsto per il 23 novembre.

 

12 novembre

Predetermined Debris Avoidance Maneuver (PDAM) for Object #39372
I Ground teams, dopo aver valutato attentamente le più recenti informazioni sull’orbita dell’oggetto #39372, hanno autorizzato una Pre-Determined Debris Avoidance Maneuver (PDAM) che è stata effettuata questa mattina alle ore 06:20 CST. La manovra di oggi non influirà negativamente con la precedente sincronizzazione dell’orbita della ISS con l’arrivo della Soyuz 41S previsto per il 23 novembre.

Cell Mechanosensing-2 Closeout
Wilmore ha rimosso il microscopio a fluorescenza dalla MWA. Successivamente ha riconfigurato il microscopio in MSPR in preparazione dell’esperimento Aniso Tubule che vedrà il via nel corso dell’Increment 43/44. Cell Mechanosensing 2 è uno studio volto all’identificazione dei sensori di gravità di diverse cellule in coltura per contribuire allo sviluppo di contromisure per combattere l’atrofia muscolare.
[ndt : Gli scienziati ritengono che la mancanza delle sollecitazioni meccaniche, indotte dalla gravità, riduca le fluttuazioni di tensione nella membrana plasmatica delle cellule muscolari scheletriche che, a loro volta, innescano un cambiamento nell’espressione nelle proteine ​​e nei geni chiave, permettendo ai muscoli di atrofizzarsi.]

Lab Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA) Air Selector Valve (ASV) 104 Change Out
Oggi Wilmore ha sostituito l’ASV 104 del Lab CDRA. Questa attività era stata pianificata in seguito al blocco che l’ASV Remote Power Controller (RPC) aveva subito lo scorso giovedì. Con un equipaggio composto solamente da 3 astronauti, i CDRA sono stati entrambi disattivati. La purificazione dell’anidride carbonica (CO2) viene effettuata dal sistema Vozdukh del segmento russo.

Waste and Hygiene Compartment (WHC) Pre-Treat Tank [EK] Changeout
Wilmore ha completato questa mattina la sostituzione del serbatoio di pretrattamento del WHC. Questa attività rientra tra quelle previste dalla manutenzione ordinaria che viene svolta periodicamente per mantenere pienamente operativo il WHC. Dopo aver effettuato la sostituzione, Wilmore ha acquisito e successivamente inviato a Terra alcune immagini e video dell'[ЕK] Hose registrate durante l’attività di miscelazione. Queste immagini verranno analizzate per capire se il flusso fotografato corrisponde a quello previsto. Questa analisi è importante poichè questa è stata la prima sostituzione del serbatoio di pre-trattamento effettuata dopo l’installazione di una nuova pompa di dosaggio, effettuata lo scorso mese di ottobre.

 

13 novembre

Radi-N2 Neutron Field Study (Radi-N2)
Wilmore ha recuperato otto rilevatori a bolla (bubble detectors) che erano stati posizionati in vari punti dell’US Lab, per consegnarli ad un componente dell’equipaggio russo che li elaborerà in un Bubble Reader. L’obiettivo dell’indagine denominata Radi-N2 Neutron Field Study è quello di caratterizzare meglio la presenza di neutroni sulla ISS. I risultati di questa indagine saranno utilizzati per definire i rischi per la salute dei membri dell’equipaggio della ISS e per sviluppare misure di protezione avanzate per i voli spaziali del futuro.

Electromagnetic Levitation (EML) Commissioning
Wilmore ha proseguito le attività di attivazione di EML modificando l’ingrandimento della telecamera ad alta velocità ed il valore di apertura delle valvole del gas. EML si propone di contribuire ad aumentare le prestazioni delle strutture metalliche attraverso la comprensione di come poter controllare la solidificazione dei metalli. L’esperimento studia la fase di solidificazione dei metalli e di come questa evolva e modella la struttura dei materiali in fase di raffreddamento.

Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) Console Checkout
Wilmore ha attivato e verificato le funzionalità della JEMRMS Console a cui sono stati applicati i parametri software in grado di supportare le operazioni connesse con la gestione del cargo Dragon della missione SpaceX-5.

Regenerative Environmental Control and Life Support System (ECLSS) Recycle Tank Remove and Replace (R&R)
Wilmore ha sostituito il serbatoio di riciclo del Regenerative ECLSS nell’ambito delle operazioni di manutenzione ordinaria effettuate oggi.

Remote Power Controller (RPC) Trip
Oggi l’RPC, che alimenta le valvole di selezione dell’aria del Lab Carbon Dioxide Removal Assembly (CDRA), si è bloccato in posizione aperta. Questo è lo stesso RPC che si era bloccato aperto la scorsa settimana e che successivamente si era riusciti a chiudere. I Ground teams stanno analizzando i dati telemetrici per capire come intervenire per risolvere definitivamente il problema. Nel frattempo, la rimozione dell’anidride carbonica viene eseguita dal sistema Vozdukh del segmento russo, approfittando del fatto che al momento l’equipaggio della ISS è composto solamente da tre astronauti. In caso di necessità rimane disponibile all’uso anche il CDRA del Node 3.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22636.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.