ISS Weekly Status Report – 34.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

24 settembre

SpaceX-4 Dragon Cargo Operations
L’equipaggio ha dato oggi il via alle operazioni di scarico delle merci dando la precedenza agli imballi depositati al centro dello stack del veicolo. Si stima che per completare questa attività siano necessarie 55 ore/uomo.

Micro-8
Gerst ha trasferito il Commercial Generic Biologic Apparatus (CGBA), che contiene il Micro-8 Group Activation Packs (GAPs), da Dragon all’ER-8 e all’Activate GAPs. MICRO è un esperimento di biologia fondamentale che intende espandere la nostra comprensione su come il volo spaziale influenza le funzioni biologiche e molecolari delle cellule e dei meccanismi molecolari in microgravità.
[ndt : Esperimenti svolti in passato sulla ISS hanno fornito indicazioni sul fatto che i microrganismi rispondono all’ambiente spaziale e si comportano in modo diverso nello spazio rispetto a quanto mostrato sulla Terra. Lo studio Micro-8 esaminerà come il volo spaziale influenza gli organismi infettivi. In particolare, Micro-8 valuterà l’espressione genica, la morfologia, e le risposte di virulenza di un ceppo di lievito, la Candida albicans, esposto alla microgravità. La Candida albicans è un agente patogeno opportunistico umano che di solito non causa malattie in individui sani, ma può causare infezioni in determinate circostanze, ad esempio quando un individuo ha un sistema immunitario indebolito. Questa particolarità desta particolare preoccupazione poichè è stato evidenziato che il sistema immunitario umano viene indebolito dal vivere per lunghi periodi in situazioni di microgravità. L’esperimento è stato progettato da Principal Investigator Sheila Nielsen, Ph.D., della Montana State University, Bozeman MT. Quando microrganismi come i lieviti sono esposti alla microgravità del volo spaziale possono acquisire proprietà potenzialmente nocive, tra cui una maggiore virulenza ed una maggiore resistenza agli antibiotici. Una migliore comprensione degli effetti che il volo spaziale arreca agli organismi potenzialmente infettivi è fondamentale per comprendere meglio i rischi per la salute di un equipaggio impegnato in una missione spaziale di lungo termine. Micro-8 aiuterà a capire ed affrontare questi rischi per aprire la strada allo sviluppo di contromisure adeguate, magari sviluppando nuovi e più potenti trattamenti antibiotici sulla Terra. Micro-8 si basa sull’esperienza acquisita dal precedente studio Micro-6 che era stato inviato sulla Stazione Spaziale Internazionale con la missione SpaceX-1 nel 2012.]

Cell Mechanosensing-2
Gerst ha trasferito i campioni dell’esperimento Cell Mechanosensing-2, prelevati da Dragon, per prepararli alla fase iniziale dell’incubazione. Cell Mechanosensing-2 è un esperimento volto all’identificazione dei sensori di gravità presenti nelle cellule muscolo-scheletriche. Questi esperimenti contribuiranno allo sviluppo di contromisure per combattere l’atrofia muscolare, un problema rilevante per chi vive nello spazio.
[ndt : Gli scienziati ritengono che la mancanza delle sollecitazioni meccaniche, indotte dalla gravità, riduca le fluttuazioni di tensione nella membrana plasmatica delle cellule muscolari scheletriche che, a loro volta, innescano un cambiamento nell’espressione nelle proteine ​​e nei geni chiave, permettendo ai muscoli di atrofizzarsi.]

NanoRacks Module-19
Gerst ha estratto NanoRacks Module-19 dal General Laboratory Active Cryogenic ISS Experiment Refrigerator (GLACIER). Il trasferimento dei campioni congelati è un’attività time-critical. Nanoracks Module-19 è un esperimento che studia la crescita dei cristalli di proteine.

Circadian Rhythms
Wiseman, che ha raggiunto il traguardo del Flight Day 120 (FD120), ha completato la sua 5° sessione di 36 ore di raccolta dati per lo studio sui ritmi circadiani. I ricercatori ipotizzano che il ciclo di luce-buio non di 24 ore, colpisca gli orologi circadiani dei membri dell’equipaggio. L’esperimento esamina il ruolo dei ritmi circadiani (le reazioni del corpo umano nel ciclo di 24 ore di luce-buio) durante i voli spaziali di lunga durata, per capire come tali ritmi influenzino i cambiamenti nella composizione e nella regolazione della temperatura corporea in concomitanza di una ridotta attività fisica, il tutto in presenza della microgravità e dell’ambiente controllato artificialmente presente a bordo della ISS.

Rodent Research Locker Relocate
L’equipaggio ha predisposto uno scompartimento nell’Express Rack 1 (ER)-1 ed uno nell’ER-2, in preparazione dell’installazione di Rodent Habitat in programma domani.

Dragon Emergency On-Board Training (OBT)
Tutti e tre i membri dell’equipaggio hanno partecipato ad un’esercitazione sulle procedure di emergenza associate all’arrivo ed all’attracco di Dragon. Dragon rimarrà agganciato al Node 2 fino al 18 ottobre.

Treadmill 2 (T2) Station Support Computer (SSC) Swap
In un continuo sforzo volto alla risoluzione dei problemi di connessione tra l’SSC ed il rack dove è posizionato il T2, Wiseman ha sostituito il T2 SSC con una nuova unità, ma la sostituzione della SSC non ha risolto il problema. T2 non è operativo da lunedì pomeriggio. I Ground teams stanno definendo i prossimi passi di intervento, nel frattempo l’equipaggio è in grado di proseguire gli allenamenti utilizzando sia il CEVIS che il Treadmill russo (BD-2).

 

25 settembre

40 Soyuz (40S) Launch and Dock
La Soyuz 40S, con a bordo Barry Wilmore, Elena Serova ed Alexander Samokutyaev, è stata lanciata oggi dal cosmodromo di Baikonur alle 15:25 CDT. Dopo l’inserimento orbitale, il Mission Control Center di Mosca ha comunicato che uno dei due pannelli solari non si è dispiegato. Fortunatamente il nuovo profilo di missione, che prevede l’avvicinamento alla ISS in sole 6 ore (4 orbite intorno alla Terra) anzichè le 49 richieste dal vecchio profilo, è stato di aiuto poichè l’energia che il secondo pannello solare avrebbe garantito alla navicella è stata rimpiazzata da quella delle batterie di bordo, ovvero la carica della batteria è stata sufficiente, anche con un solo array (Starboard) schierato, a far giungere il veicolo all’appuntamento nominale con la ISS. Il docking al modulo MRM-2 è avvenuto alle 21:11 CDT. Intorno alle 21:49 CDT, senza aver inviato alcun comando supplementare, il pannello solare che aveva volato retratto, si è esteso. Il portello della Soyuz è stato aperto alle 00:07 CDT.

Microgravity Science Glovebox (MSG)
Wiseman ha attivato MSG per supportare le operazioni connesse con il payload Rodent.

Rodent Research Animal Transfer
L’equipaggio ha predisposto i Rodent Habitats, ha verificato il software a corredo dell’esperimento ed ha trasferito gli animali da Dragon ai due Rodent Habitats predisposti nell’US Lab.

Space Headaches
Wiseman e Gerst hanno compilato il questionario dell’indagine sul mal di testa nello spazio. Gli obiettivi di questo studio sono rivolti a valutare la prevalenza e le caratteristiche della cefalea registrata dai membri dell’equipaggio posti in condizioni di microgravità.

Aquatic Habitat
Gerst ha montato l’apparecchiatura sperimentale Aquatic Habitat ed ha effettuato un ricambio dell’acqua in preparazione dell’avvio dell’esperimento Zebrafish Muscle recapitato sulla ISS dalla Soyuz 40S.

Cell Mechanosensing 2 (CMS-2)
Gerst ha rimosso i campioni CMS-2 dal Minus Eighty-Degree Laboratory Freezer for ISS (MELFI) per dare inizio alla prima incubazione delle cellule staminali di topo – Mesenchymal Stem Cells (MSCs). Le cellule vengono incubate sia in micro-gravità che in un ambiente a gravità artificiale (1G) utilizzando il Cell Biology Experiment Facility (CBEF) situato nel rack Saibo nel JEM. Cell Mechanosensing 2 è uno studio volto all’identificazione dei sensori di gravità di diverse cellule in coltura per contribuire allo sviluppo di contromisure per combattere l’atrofia muscolare.
[ndt : Mesenchymal Stem Cells (MSC) sono cellule staminali che possono differenziarsi (la differenziazione è un processo in cui una cellula meno specializzata può evolvere in un tipo più specializzato) in una varietà di tipi di cellule, tra cui gli osteoblasti (cellule ossee), le condrociti (cellule della cartilagine) e le adipociti (cellule di grasso).]

 

27 settembre

Zebra Fish
Wilmore ha trasferito Zebrafish, consegnato sulla ISS dalla Soyuz 40S, dal Fish Carrier al Fish Fixation Aquariums per dare il via all’esperimento Aquatic Habitat. Lo Zebrafish Muscle Experiment intende indagare se l’atrofia dei muscoli, evidenziata dal vivere in condizioni di microgravità, verrà riscontrata anche nei Zebra fish.

Dosimeter Installation
Gerst ha installato 17 dosimetri in varie posizioni all’interno del JEM Pressurized Module (JPM) e del Japanese Experiment Logistics Module ed anche sulle pareti della Pressurized Section (JLP). L’installazione di ciascun dosimetro è stata documentata con una raccolta di fotografie. I dosimetri rilevano continuamente e costantemente la quantità delle radiazioni presenti a bordo della ISS. L’esposizione alle radiazioni può avere significativi effetti biologici sugli organismi viventi e sulle indagini biologiche allo studio sulla ISS.

Cell Mechanosensing 2 (CMS-2)
Gerst ha sostituito un contenitore dei campioni dell’esperimento Cell Mechanosensing 2 utilizzando il “Meas Exp Solution Exchanger”, dopodichè ha impostato il microscopio per una prima osservazione. Gli specialisti a Terra non sono stati in grado di osservare le riprese video effettuate dal microscopio. Gerst, agendo sulla configurazione dei cablaggi, ha effettuato alcuni tentativi per risolvere il problema; da Terra effettueranno altri tentativi nel tentativo di ripristinare il collegamento video. Cell Mechanosensing 2 è uno studio volto all’identificazione dei sensori di gravità di diverse cellule in coltura per contribuire allo sviluppo di contromisure per combattere l’atrofia muscolare.

Experiment installations
Gerst ha prelevato da Dragon/SpaceX-4 i Nanoracks Modules 24, 31 e 50 per installarli nella Nanoracks Platform-2 insieme al Module 28, anch’esso consegnato da Dragon ma già prelevato dal cargo poichè si trattava di un esperimento a freddo. Wilmore ha preso in consegna dall’equipaggio russo i contenitori del Protein Crystal Growth (PCG) #8, arrivati sulla ISS con la Soyuz 40S, per installarli nella Protein Crystallization Research Facility (PCRF) posta nel Ryutai Rack.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
Wiseman ha recuperato tutto il materiale, giunto sulla ISS con la Soyuz 40S, che verrà utilizzato nel corso dell’attività extraveicolare. Gerst e Wilmore hanno iniziato la configurazione della camera di compensazione (Airlock) e la rimozione delle apparecchiature che non verranno utilizzate nel corso della prossima EVA. Gerst ha inoltre avviato la ricarica della due nuove Extravehicluar Mobility Unit (EMU) Long Life Battery (LLB) giunte sulla ISS con la Soyuz 40S. L’EVA 27, in programma per il 7 ottobre, vedrà il trasferimento della Pump Module (PM) e l’installazione del Mobile Transporter Relay Assembly (MTRA).

Treadmill 2 (T2) Data Avionic Unit (DAU) Remove and Replaced (R&R)
T2 ha manifestato problemi di connettività tra lo Station Support Computer (SSC) ed il rack in cui è installato. Il Data Avionic Unit (DAU) contiene uno switch di rete che si ritiene essere guasto. Oggi l’equipaggio ha sostituito il DAU del T2. La sostituzione ha permesso il ripristino della connettività ed i Ground teams hanno potuto inviare con successo una nuova versione del software CLU (Command Logic Unit). Al termine della giornata Wiseman ha configurato il T2 in una sorta di configurazione di standby. Sono previste ulteriori verifiche prima di considerare T2 nuovamente operativo. Nel frattempo l’equipaggio è stato in grado di effettuare gli esercizi aerobici utilizzando il Cycle Ergometer with Vibration Isolation and Stabilization (CEVIS).

Robotics Operations
I Robotics Ground Controllers hanno traslato il Mobile Transporter (MT) dal Worksite 4 (WS4) al WS6, dopodichè hanno sganciato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) dal SpaceX-4 Dragon Flight Releasable Grapple Fixture (FRGF) per portarlo nella posizione di parcheggio – Overnight Park Position. Queste azioni sono state messe in atto in preparazione delle attività in programma per domani. Domani i Robotics Ground Controllers estrarranno lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) dal Mobile Base System (MBS) Power Data Grapple Fixture (PDGF) 2 per effettuare una ispezione allo SpaceX-4 Dragon Trunk.

 

29 settembre

Micro-8
Durante il fine settimana, Gerst ha completato i Micro-8 Group Activation Packs (GAPs) A & B. GAP B è stato rimesso nel Commercial Generic Biologic Apparatus-5 (CGBA-5) mentre il GAP A è stato stivato nel General Laboratory Active Cryogenic ISS Experiment Refrigerator (GLACIER) per lo stivaggio a freddo. MICRO è un esperimento di biologia fondamentale che intende espandere la comprensione su come e quanto il volo spaziale riesca ad influenzare le funzioni biologiche e molecolari delle cellule e dei meccanismi molecolari in microgravità.

Zebra Fish
Gerst ha prelevato un campione di acqua dalla pompa di circolazione per effettuare alcune analisi sulla qualità di Aquatic Habitat. L’analisi intende misurare la concentrazione di ammonio, dei nitrati e dei nitriti disciolti.

Dose Distribution inside ISS (DOSIS) 3D
Gerst ha installato l’hardware DOSIS 3D nel rack European Physiology Module (EPM) e dieci Passive Detector Packs (PDP) in diversi punti del modulo Columbus. Il payload DOSIS-3D dell’ESA permette la creazione di una mappa tridimensionale in grado di rappresentare, in collaborazione con i vari sensori attivi e passivi di rilevazione della radiazione all’interno della ISS, la distribuzione delle radiazioni rilevate nei segmenti che compongono la ISS.

FLame Extinguishment Experiment (FLEX)-2 Operations
Wilmore ha rimosso le guide di allineamento del Combustion Integration Rack (CIR) che isolano il rack, permettendo ai Ground teams di condurre da remoto un nuovo esperimento FLEX-2. Il combustibile utilizzato oggi è una miscela composta dal 25% di decano e dal 75% di propilbenzene. Gli altri test di questo gruppo vedranno l’utilizzo alternato di questa miscela ad un combustibile unico. Questa è la seconda condizione di prova contenuta nel Matrix E Group 6. FLEX-2 utilizza piccole goccioline di combustibile per studiare le caratteristiche della combustione nello spazio. Questi esperimenti analizzano come ed in che modo viene bruciato il combustibile, le condizioni in cui si forma la fuliggine ed il modo in cui una miscela di combustibili evapori prima di bruciare. I risultati di FLEX-2 daranno agli scienziati una migliore comprensione di come gli incendi si comportano nello spazio e fornirà importanti informazioni che saranno utili per aumentare l’efficienza del carburante nei motori che utilizzano combustibili liquidi.

RapidScat
I Robotics ground Controllers hanno rimosso il RapidScat Nadir Adapter dal Dragon trunk per installalo sul Columbus Exposed Facility Unit (EFU). Wiseman ha configurato il Payload Power Switching Box (PPSB) permettendo al Columbus Control Center di poter fornire alimentazione elettrica al payload Rapidscat. Il Rapidcast Instrumentation Assembly sarà trasferito domani dai Robotics Ground Controllers. RapidScat è uno strumento che misura la velocità e la direzione dei venti sul mare, ed è quindi molto utile per le previsioni meteorologiche, nel monitoraggio degli uragani e per le osservazioni dei fenomeni climatici su larga scala. Lo strumento ISS RapidScat migliora ed integra le rilevazioni di tutti gli altri scatterometri internazionali attivi sulla Terra.
[ndt : Lo strumento RapidScat ha permesso la sostituzione rapida e conveniente del satellite QuikScat Earth della NASA, che ha misurato i venti oceanici per fornire previsioni meteo sempre più accurate, oltre che effettuare il monitoraggio degli uragani. Le osservazioni e le rilevazioni di QuikSCAT erano così importanti che, quando il satellite interruppe i suoi servizi nel 2009, la NASA fu costretta a pensare alla sua sostituzione. Il Jet Propulsion Laboratory della NASA ha avuto l’idea di utilizzare il framework della Stazione Spaziale Internazionale, ovvero sfruttare l’infrastruttura, la sorgente di energia e la posizione nello spazio della ISS per attivare il nuovo strumento. Sostanzialmente è stato creato un nuovo strumento con una frazione del costo e del tempo che ci sarebbe voluto per costruire e lanciare un nuovo satellite. ISS-RapidScat è ora a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e da quella posizione misurerà la velocità e la direzione dei venti che soffiano sulla superficie degli oceani.]

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
Wilmore ha effettuato un rabbocco di acqua al Liquid Cooling and Ventilation Garment (LCVG) della Extravehicular Mobility Unit (EMU) 3003. Egli ha successivamente scambiato la LCVG della EMU 3003 con quella della EMU 3010, ha prelevato dei campioni di acqua da ciascuna EMU, ha verificato le radio, ha controllato i regolatori di pressione e le batterie. Wilmore ha anche effettuato una verifica di tenuta su entrambe le tute per le attività extraveicolari. Wiseman e Gerst hanno ripassato le procedure previste per l’effettuazione della EVA ed hanno partecipato a una videoconferenza con gli specialisti a Terra per fare il punto della situazione.

Emergency Role and Responsibility Review
L’intero equipaggio ha effettuato un ripasso delle procedure di sicurezza e sui ruoli e sulle responsabilità nelle situazioni di emergenza, seguito da un dibattito con gli specialisti a Terra. L’equipaggio della Soyuz 40S ha effettuato una sessione di addestramento sull’utilizzo delle maschere di emergenza, come verificarne la funzionalità, come indossarle e come comunicare mentre la maschera è indossata.

 

30 settembre

Rodent Research
L’equipaggio ha configurato il Microgravity Science Glovebox (MSG) ed installato gli strumenti, i materiali di consumo e le apparecchiature in preparazione dell’avvio della ricerca denominata Rodent Research.

Micro-8
Gerst ha completato i Micro-8 Group Activation Packs (GAPs) C,D,E,F,G. I GAP’s D,E,F,G saranno rimessi nel Commercial Generic Biologic Apparatus-5 (CGBA-5) in attesa di essere stivati su Dragon per il ritorno a Terra. GAP C sarà conservato nel General Laboratory Active Cryogenic ISS Experiment Refrigerator (GLACIER) per lo stivaggio a freddo. MICRO è un esperimento di biologia fondamentale che intende espandere la comprensione su come e quanto il volo spaziale riesca ad influenzare le funzioni biologiche e molecolari delle cellule e dei meccanismi molecolari in microgravità.

RapidScat
Oggi, secondo giorno delle operazioni di trasferimento del carico, i Robotics Ground Controllers hanno rimosso il RapidScat Instrumentation Assembly dallo SpaceX-4 Dragon trunk per installarlo sul RapidScat Nadir Adapter del Columbus Exposed Facility Unit (EFU). RapidScat è uno strumento che misura la velocità e la direzione dei venti sul mare, ed è quindi molto utile per le previsioni meteorologiche, nel monitoraggio degli uragani e per le osservazioni dei fenomeni climatici su larga scala. Lo strumento ISS RapidScat migliora ed integra le rilevazioni di tutti gli altri scatterometri internazionali sulla Terra.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
L’equipaggio ha effettuato oggi alcune operazioni preparatorie per le EVA 27 e 28. Gerst, Wiseman e Wilmore hanno predisposto l’Equipment Lock, le Extravehicular Mobility Unit (EMU) e tutto l’hardware accessorio. Wiseman ha effettuato alcuni test di conducibilità sui campioni di acqua prelevati ieri dalle EMU. Wiseman e Gerst hanno verificato le dimensioni delle EMU e ripassato la documentazione relativa all’area di lavoro in cui verranno svolte le attività extraveicolari. Wilmore ha esaminato le procedure robotiche di supporto alla EVA 27 e dato il via ad un nuovo ciclo di ricarica delle Long Life Batteries (LLBs).

Cycle Ergometer with Vibration Isolation and Stabilization (CEVIS)
Questa mattina il CEVIS ha evidenziato un problema che impediva ai membri dell’equipaggio di pedalare in avanti. Una breve analisi del problema ha permesso ai Ground teams di identificare il problema la cui soluzione necessita della sostituzione di alcune componenti. L’equipaggio ha sostituito il CEVIS Ergometer and Inertial Vibration Isolation System (IVIS) Boxes, dopodichè Gerst ha verificato la funzinalità dell’attrezzo allenandosi per circa 30 minuti. A causa di questo intervento fuori programma effettuato sul CEVIS, i Ground teams hanno dovuto ripianificare, posticipandole, alcune attività. Tra le principali attività ripianificate vi sono le seguenti : MTRA preparation, EVA Caution & Warning System On-Board Training (OBT), SpaceTex e la revisione del Robotic software in carico a Gerst e Wiseman.

 

1 ottobre

FLame Extinguishment Experiment (FLEX)-2 Operations
Gerst ha rimosso le guide di allineamento del Combustion Integration Rack (CIR) che isolano il rack, permettendo ai Ground teams di condurre da remoto un nuovo esperimento FLEX-2.

Drug Metabolism
Wiseman ha inserito il Drug Metabolism Stow Bag (contenente BioCells) nel Commercial Generic Bioprocessing Apparatus-4 (CGBA-4), ha riconfigurato i cavi di alimentazione e dati di CGBA-4 ed ha aperto la porta del rack in modo che, in futuro, CGBA-4 potrà essere rimosso senza essere spento. Metformin è un farmaco comunemente usato per trattare il diabete di tipo 2, che è spesso associato all’obesità. Metformin ha mostrato di essere in grado di ridurre la glicemia ed il colesterolo, ma anche proteggere i pazienti diabetici contro varie forme di cancro. Questo studio intende analizzare il Saccharomyces cerevisiae, una nota specie di lievito che si riproduce per gemmazione, ovvero analizzare in microgravità le cellule di lievito per capire come i farmaci agiscono sui tumori. Questo studio vuole anche determinare se il Metformin possa agire come un agente anti-cancro.

Plant Gravity Sensing (PGS)
Wilmore ha predisposto l’Experiment Laptop Terminal 2 (ELT2), ha recuperato un Seed Paper Kit dal MELFI per posizionarlo su un piatto di coltura, ed infine lo ha stivato nel +2C MELFI. La gravità è un fattore ambientale critico per la la morfologia e le funzioni degli organismi sulla Terra. Le piante subiscono il vettore gravità e conseguentemente regolano la loro direzione di crescita. Questo studio intende analizzare se questa capacità di adattamento delle piante sia riscontrabile anche in microgravità.

RapidScat
I Ground teams invieranno a RapidScat il comando di attivazione e successivamente effettueranno alcune verifiche di funzionalità.

Salivary Markers
Wilmore ha raccolto i suoi primi campioni di saliva per l’indagine Salivary Markers. Questi campioni saranno utilizzati per misurare i marcatori di riattivazione virale latente (un indicatore globale di compromissione immunitaria e rischio di infezione) in combinazione con le proteine antimicrobiche salivari. Questa ricerca permetterà di identificare un sistema immunitario con problemi prima che questo si manifesti come un rischio per la salute dell’intero equipaggio. Il mantenimento di un robusto sistema immunitario durante le missioni spaziali di lunga durata sarà importante per garantire il successo di una missione. Se un’eventuale abbassamento delle difese immunitarie fosse causato dal volo spaziale, questo studio permetterà lo sviluppo di appropriate contromisure che contribuiranno a mitigarne i rischi.

Extravehicular Activity (EVA) Preparations
L’equipaggio ha effettuato alcune verifiche di indossabilità sulle Extravehicular Activity (EVA) Mobility Unit (EMU) 3003 e 3010 per garantire il corretto dimensionamento prima del loro utilizzo nelle ormai imminenti EVA. Completati questi controlli, Gerst ha sostituito le Rechargeable EVA Battery Assemblies (REBA) su entrambe le EMU. L’attività extraveicolare, l’EVA 27 prevista per il 7 ottobre, verrà effettuata per riposizionare il Pump Module (PM) e l’installazione del Mobile Transporter Relay Assembly (MTRA).

Radiation Area Monitor (RAM) Deployment
Wiseman ha distribuito un totale di 23 RAM in diverse posizioni all’interno della ISS, documentando ogni singola installazione con fotografie.

 

2 ottobre

Possible Conjunction with Object #38971
I Ground Teams hanno ricevuto i dati di rilevamento aggiornati relativi ad una possibile collisione con l’oggetto #38971 (Breeze-M debris). Il Time of Closest Approach (TCA) accadrà venerdì 3 ottobre alle ore 22:51 CDT. Prima di decidere se effettuare una Debris Avoidance Maneuver si attendono ulteriori aggiornamenti della traiettoria dell’oggetto. Nel caso si rendesse necessario effettuate una DAM, questa verrà eseguita venerdì alle 20:28 CDT.

Zebrafish Muscle
Gerst ha effettuato una nuova analisi sulla qualità dell’acqua di Aquatic Habitat. L’analisi intende misurare la concentrazione di ammonio, dei nitrati e dei nitriti disciolti.

Circadian Rhythms
Gerst ha indossato l’attrezzatura dell’esperimento sui ritmi circadiani, per dare inizio alla sessione di 36 ore di raccolta dati. I ricercatori ipotizzano che il ciclo di luce-buio non di 24 ore, colpisca gli orologi circadiani dei membri dell’equipaggio. L’esperimento esamina il ruolo dei ritmi circadiani (le reazioni del corpo umano nel ciclo di 24 ore di luce-buio) durante i voli spaziali di lunga durata, per capire come tali ritmi influenzino i cambiamenti nella composizione e nella regolazione della temperatura corporea in concomitanza di una ridotta attività fisica, il tutto in presenza della microgravità e dell’ambiente controllato artificialmente presente a bordo della ISS.

Biological Research In Canisters (BRIC)
Wiseman ha ripassato la documentazione a corredo del Biological Research In Canisters (BRIC) per l’attivazione di tutti i contenitori BRIC-19. Wilmore ha consultato alcuni documenti digitali (Historical Documentation Photography) relativi alla attivazione di BRIC. L’infrastruttura per la ricerca denominata Biological Research in Canisters (BRIC) permette di studiare la crescita delle piante in microgravità. L’indagine BRIC-19 si concentrerà sulla crescita e lo sviluppo delle piantine di Arabidopsis thaliana. Queste piantine saranno conservate con l’ausilio di un agente chimico per poter essere reinviate a Terra per le successive analisi.

Extravehicular Activity (EVA) Preparation
A sostegno della ormai prossima EVA 27, Wiseman e Wilmore hanno estratto dall’imballo il Mobile Transporter Relay Assembly (MTRA) ed i relativi cablaggi. Subito dopo hanno ripassato le procedure ed i percorsi che dovranno essere effettuati dal braccio robotico per supportare le attività previste per la Pump Module Relocation a per l’installazione di MRTA.

Emergency Hardware On-Board Training (OBT)
Oggi i nuovi membri dell’equipaggio, (FE-1) Skvortsov, (FE-2) Artemyev e (FE-3) Swanson, hanno familiarizzato con le procedure di utilizzo delle maschere di emergenza. Nel corso di queste operazioni hanno anche confermato la capacità di comunicare con i centri di controllo a Terra anche quando si indossano le maschere di emergenza. Durante questa sessione l’equipaggio ha ricevuto informazioni sulle attrezzature di supporto alle emergenze ed i luoghi dove reperirle, nonchè la posizione delle valvole da utilizzare durante le emergenze. La familiarizzazione è stata condotta dal Comandante (CDR) Suraev. Durante questa attività, l’equipaggio ha potuto verificare e constatare l’assenza di ostacoli lungo il percorso che conduce alle Soyuz, nel caso si dovesse procedere ad una evacuazione rapida della ISS.

Treadmill 2 (T2) Status
Facendo seguito alla sostituzione della DAU effettuata sabato scorso, oggi l’equipaggio ha completato alcune verifiche al T2. Per completare l’attività e dichiarare T2 nuovamente operativo saranno necessarie ulteriori 4 ore di attività di assemblaggio e verifica, nel frattempo l’equipaggio è in grado di effettuare gli esercizi fisici sul Cycle Ergometer with Vibration Isolation and Stabilization (CEVIS).

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22413.0

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.