Expedition 41 ritorna a casa

Atterraggio Expedition 41
L'atterraggio della capsula Soyuz TMA-13M con i tre membri della Expedition 41 il 10/11/2014. Image Credit: NASATV.

L’equipaggio della Expedition 41 è tornato a Terra nelle prime ore del mattino del 10 novembre 2014 dopo una permanenza durata quasi sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Il modulo di discesa della capsula russa Souyz TMA-13M ha effettuato un atterraggio morbido sulle steppe del Kazakistan alle 09:58:35 ora locale (03:58:35 UTC, 04:58:35 ora italiana) riportando sulla terra Maxim Suraev, cosmonauta dell’Agenzia Federale Russa (Roscosmos – RKA), Reid Wiseman, astronauta dell’Agenzia Spaziale Americana (NASA), e Alexander Gerst, astronauta tedesco dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Appena atterrati, i tre componenti della Expedition 41 sono stati aiutati ad uscire dal modulo di discesa dalla squadra di recupero Russa che li attendeva a poca distanza dal punto di atterraggio e che li ha soccorsi per attenuare gli effetti della gravità terrestre dopo una lunga permanenza nello spazio in condizioni di microgravità.

Suraev, Wiseman e Gerst sono apparsi al team di recupero in buona salute e di ottimo umore nonostante le sollecitazioni ricevute durante la fase di discesa nell’atmosfera e di atterraggio all’interno del minuscolo scafo protettivo della Soyuz TMA-13M.

Partiti a bordo della stessa capsula russa Soyuz TMA-13M lo scorso 28 maggio 2014, Maxim Suraev, Reid Wiseman e Alexander Gerst sono giunti sulla Stazione Spaziale Internazionale appena 6 ore dopo il decollo dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan per trascorrere 165 giorni sulla ISS.

Per Wiseman e Gerst si è trattato del primo volo nello spazio mentre il russo Suraev aveva già partecipato alla Expedition 21/22, rimanendo a bordo della Stazione Spaziale Internazionale fra il settembre del 2009 e il marzo del 2010, e al termine della Expedition 41 ha raggiunto i 344 giorni di permanenza nello spazio.

Un'immagine della sala di controllo russa subito dopo l'atterraggio della Soyuz TMA-13M. La scritta in cirillico sullo schermo principale significa "Atterraggio riuscito". Image Credit: NASATV

Un’immagine della sala di controllo russa subito dopo l’atterraggio della Soyuz TMA-13M. La scritta in cirillico sullo schermo principale significa “Atterraggio riuscito”. Image Credit: NASATV

A bordo della Stazione Spaziale Internazionale sono adesso il comandante della Expedition 42 Barry Wilmore, astronauta della NASA, e gli ingegneri di volo Alexander Samokutyaev e Elena Serova, cosmonauti russi di Roscosmos.

La Expedition 42 raggiungerà il consueto numero di sei componenti con l’arrivo di Terry Virts, astronauta della NASA, Anton Shkaplerov, cosmonauta di Roscosmos, e Samantha Cristoforetti, astronauta italiana dell’ESA, in partenza da Baikonur a bordo della Soyuz TMA-15M il prossimo 23 novembre 2014.

Fonte: NASA.

Nell’immagine in evidenza, l’atterraggio della capsula Soyuz TMA-13M con i tre membri della Expedition 41 il 10/11/2014. Image Credit: NASATV.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=22404.0

Giuseppe Corleo

Ingegnere meccanico per corso di studi, informatico in ambito bancario per professione, appassionato di tutto ciò che riguarda astronomia, astronautica, meccanica, fisica e matematica. Articolista del sito Astronautinews.it dal 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.